NEWSLINET.IT: Newsletter n. 832 del 23/12/2015

newsletter newsline logo1 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 832 del 23/12/2015 newsletter title11 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 832 del 23/12/2015 newsletter topright3 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 832 del 23/12/2015
Sembra proprio che nel 2015 il mercato televisivo italiano stia tornando a crescere, segnando un incremento dello 0,6% a fine anno, con ricavi pari a 7,6 mld di euro.
elite banner 9b 2 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 832 del 23/12/2015
annunci radiotelevisivi newsletter - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 832 del 23/12/2015
xchange banner nl7 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 832 del 23/12/2015
banner Elite4 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 832 del 23/12/2015
 
Era nell’aria: ha aperto lo scorso 26 febbraio e oggi, a meno di un anno dall’inizio delle trasmissioni, chiude Gazzetta Tv (Lcn 59 del Dtt), canale de "La Gazzetta dello Sport".
 
Il valore complessivo del Sic (Sistema Integrato delle Comunicazioni) si attesta sui 17,1 mld di euro, in flessione del 2,8% rispetto al 2013.
Canale 5 perde quasi due punti percentuali di share sulle 24 ore (15,5%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, deludente sia la mini fascia dell’access prime time (-3 punti, con 16,7% di ascolti) sia prima serata (giù di 2,2 punti al 14,9%): è quanto emerge dalle rilevazioni Auditel relative al mese di novembre.
Il network del Sud, rete televisiva nazionale con sede nella famosa isola campana, naviga in bruttissime acque. Non è la prima volta che l’antica creatura di Costantino Federico (la fondazione risale alla prima metà degli anni ’80, quale spin-off della ancora più remota Telecapri) se la vede male, ma questa volta potrebbe anche essere l’ultima.

banner SIT b9 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 832 del 23/12/2015
banner Elite4 0 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 832 del 23/12/2015
banner Radio Mondo9 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 832 del 23/12/2015
Il ramo editoriale di Lagardère fronteggia il momento di crisi puntando maggiormente sul digitale e riducendo le sedi fisiche ad una sola per tutte le attività; lo scopo è di aumentare l’efficienza per meglio affrontare i problemi di diffusione.
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 832 del 23/12/2015
La delibera n. 659/15/CONS dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni definisce procedure e regole per l’assegnazione e l’utilizzo delle frequenze disponibili nella banda 3.600-3.800 MHz per sistemi terrestri di comunicazioni elettroniche.
Il Piemonte valuta l’approvazione di una nuova legge regionale ‘di sistema’ per il settore dell’editoria, che consenta di finanziare le aziende che investono sulla tecnologia e “che lo fanno nel pieno rispetto delle regole”.
Gli italiani continuano ad utilizzare la tv ma in modo differente. Gli ott portano l’attenzione del mercato su contenuti e offerte multidevice; a subire maggiormente il contraccolpo potrebbero essere le emittenti locali.
Un’importante occasione per gli under 31 con la passione per l’inchiesta! Questa quinta edizione apre ad una nuova categoria in concorso, quella del webdoc d’inchiesta, che si aggiunge alla categoria video-inchiesta.
Sempre più portali investono nel live streaming; dai social come Facebook e Twitter, passando da portali specializzati come Twitch.tv e canali per eventi come quello di Youtube il segmento attira sempre più utenti.
Sono lecite le tasse imposte da comuni e province agli operatori tlc per le antenne di telefonia mobile presenti sul territorio. Lo conferma una sentenza relativa al Belgio della Corte Ue, che dà ragione al comune di Etterbeek, nella regione di Bruxelles, e alla provincia di Namur, contro il ricorso presentato da Proximus.
Sky Italia torna a produrre utili grazie al taglio dei costi. Continuano a calare i ricavi su diversi fronti. Per il nuovo anno investimenti sui contenuti, l’on demand e la mobilità, soprattutto per fronteggiare gli over the top.
Tra alti e bassi, sembra proprio che La7 e La7d chiuderanno in positivo questo 2015: secondo la nota ufficiale trasmessa da Cairo Communication, sulla base del portafoglio ordini acquisito per la pubblicità trasmessa e da trasmettere nel mese di dicembre 2015 sui canali La7 e La7d (pari a circa 14 mln di euro), “ad oggi i ricavi pubblicitari maturati nel dicembre 2014 (circa 13,1 milioni) sono già stati superati di circa il 7%”.
Lo dice uno degli emendamenti della Legge di Stabilità: una buona fetta dei ricavi del canone serviranno a finanziare le emittenti locali.
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 832 del 23/12/2015