NEWSLINET.IT: Newsletter n. 838 del 11/02/2016

newsletter newsline logo1 3 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 838 del 11/02/2016 newsletter title11 3 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 838 del 11/02/2016 newsletter topright3 3 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 838 del 11/02/2016
Tutti i paesi europei dovranno liberare le frequenze 700 MHz dalle trasmissioni tv entro il 2020 per implementare le connessioni a Internet in mobilità, ma l’Italia non è affatto pronta ad avviare il processo, né ha un piano definito per adeguarsi. Ma, probabilmente, sono proprio i timori relativi ai ritardi del nostro paese ad aver spinto l’UE ad imporre tempi più stretti.
elite banner 9b 2 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 838 del 11/02/2016
annunci radiotelevisivi newsletter - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 838 del 11/02/2016
xchange banner nl7 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 838 del 11/02/2016
banner Elite4 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 838 del 11/02/2016
 
Attraverso la delibera n. 35/16/CONS del 28/01/2016, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha introdotto modifiche ed integrazioni al regolamento recante la nuova disciplina della fase di avvio delle trasmissioni radiofoniche terrestri in tecnica digitale, di cui alla delibera n. 664/09/CONS, come modificata dalla delibera n. 567/13/CONS.
 
Concluse le procedure per la Lombardia e la Toscana relative alla presentazione delle domande volte ad ottenere le misure economiche di natura compensativa per il rilascio volontario delle frequenze televisive interferenti ai sensi del D.M. 17/04/2015, attuativo dell’art. 6, c. 9, del D.L. 145/2013, convertito dalla L. 9/2014, come modificata dall’articolo 1, comma 147, della L. 190/2014.
Dopo un buon 2015 e un ottimo mese di gennaio, l’a.d. di Discovery Italia parla dei progetti futuri: investimenti sulle fasce di età più giovani ma senza tralasciare un pubblico “più tradizionale”.
Recentemente, l’a.d. di Mediaset ha smentito le voci di una trattativa per vendere la pay tv Premium a Sky. Nonostante sostenga il buon andamento del ramo aziendale, il mercato pay continua a ristagnare e sembra che le trattative siano state avviate ma si siano bloccate alle difficoltà nel trovare accordi.

banner SIT b9 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 838 del 11/02/2016
banner Elite4 0 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 838 del 11/02/2016
banner Radio Mondo9 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 838 del 11/02/2016
Con una lettera inviata a Renzi gli azionisti Telecom esprimono preoccupazione per il Piano di posa della fibra ottica di Enel. Paura per la coesistenza coi cavi elettrici.
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 838 del 11/02/2016
L’incontro di domani stabilirà la ripartizione delle risorse sbloccate dal Fondo Sviluppo e Coesione. Dopo il no alcune regioni, indiscrezioni danno l’accordo come più vicino.
I dati ADS (Accertamenti Diffusione Stampa) comunicati in questi giorni parlano chiaro: secondo quanto diffuso Il Sole 24 Ore è il primo quotidiano digitale assoluto in Italia e il secondo quotidiano nazionale per diffusione totale carta + digital (dopo il Corriere della Sera e prima di Repubblica), un successo che rappresenta l’interessante epilogo di un anno in crescita.
È previsto per l’11 marzo il riscontro dell’Antitrust europea riguardo alla possibile fusione tra Wind e 3 Italia. Dalla commissione UE timore per un possibile aumento dei prezzi.
Facebook, Google, Amazon: le proposte e i pilastri che renderanno effettivo il piano antievasivo. Per il mese di aprile è prevista l’adozione delle nuove normative al fine di contrastare le pratiche fiscali aggressive delle multinazionali del web.
Pubblicata ieri, dal Ministero dello Sviluppo Economico, la determina che conclude la procedura di rottamazione delle frequenze interferenti anche per la regione Toscana.
Pubblicata ieri sul sito di Agcom la delibera n. 36/16/CONS datata al 28 gennaio scorso. Il testo avvia, secondo quanto previsto dal regolamento della delibera 35/16/CONS, il procedimento per l’estensione della “pianificazione per il servizio di radiodiffusione sonora in tecnica digitale DAB+” ai bacini di servizio nei bacini nn. 22 (Roma, Frosinone, Latina, Rieti), 28 (Avellino, Benevento), 29 (Napoli, Caserta), 30 (Salerno), 33 (Potenza, Matera), 34 (Catanzaro, Cosenza, Crotone), 35 (Reggio Calabria, Vibo Valentia, Catania, Messina, Siracusa) e 37 (Palermo, Trapani).
Lo scorso 5 febbraio, il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato la determina relativa alla conclusione del processo di rottamazione delle frequenze per la regione Lombardia.
Al Jazeera dà il via all’esperimento web radio per smartphone con un’app dedicata. Lanciata il 4 febbraio, è stata pensata per andare incontro agli utenti con connessione ad internet limitata.
Uno studio dell’Istituto tedesco Qualità e Finanza piazza Vodafone in testa in Italia per qualità di connessione. Ma guardando all’estero, i passi da fare sembrano ancora molti.
Dopo la diffusione di alcune indiscrezioni infondate, la Rai comunica che non saranno richiesti canoni arretrati in bolletta. Intanto la Cassazione chiarisce che il pagamento del canone non trova fondamento nella “possibilità effettiva di usufruire del servizio”.
Jan Koum annuncia un miliardo di utenti raggiunti da WhatsApp che diventa l’applicazione di messaggistica più diffusa al mondo.
I ricavi del gruppo giù del 4%, complici la crisi pubblicitaria e il cambio valute. Calano tutti i settori tranne quello digitale, sul quale si punta per tornare alla crescita.
Grazie alle Iptv illegali è possibile vedere tutte le emittenti europee, anche di pay tv, a soli 10 euro al mese; basta una ricerca su Google ed è fatta, il tutto in alta definizione, senza blocchi e problemi di sorta per un fenomeno che pare sia in crescita.
Il tribunale fallimentare di Roma ha accolto l’istanza di fallimento dei creditori e così, dopo 13 anni di vita (la nascita è del 2003 su iniziativa di Mario Cerroni, imprenditore con core business nello smaltimento dei rifiuti), Romauno tv non esiste più.
Fabrizio Colliva, regista bolognese, mi ha inviato nel lontano novembre scorso il dvd del documentario in titolo. Ho volutamente atteso il momento opportuno per poterlo visionare, riproponendomi di avere la calma e l’attenzione che il certosino lavoro sapevo esigere.
Dopo un 2015 positivo, Discovery Italia registra ottimi risultati anche a inizio 2016; share in crescita del 17% rispetto a gennaio 2015 e +20% in raccolta pubblicitaria negli ultimi due anni.
I risultati dello studio pubblicato da Media Italia parlano chiaro: usare la televisione funziona, se lo si fa con metodo. Dei 250 milioni spesi per la pubblicità dall’e-commerce in Italia, più del 50% vanno al piccolo schermo.
(continua da articolo precedente) Due articoli e si conclude il Titolo settimo delle legge sul diritto di autore dedicato al Comitato consultivo.
Sarà Mediaset ad occuparsi della raccolta pubblicitaria di Yahoo in Italia. L’accordo porterà i due brand alla creazione del primo digital media network in Italia. Intanto Yahoo chiude la sede nel nostro paese e licenzia 1.700 dipendenti.
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 838 del 11/02/2016