Premio europeo per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione

Riparte il Premio EICT, l’evento voluto dalla Commissione europea per facilitare il riconoscimento pubblico e la migliore visibilità alle imprese che trasformano le idee innovative relative alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione


da First

Riparte il Premio EICT, il più prestigioso evento voluto dalla Commissione europea per facilitare il riconoscimento pubblico e la migliore visibilità alle imprese che trasformano le idee innovative relative alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Ict) in prodotti di successo sul mercato.

Il premio si propone di valorizzare i nuovi prodotti ad elevato contenuto di Ict e con evidenti potenzialità di successo.

La struttura di valutazione prevede: tra tutte le proposte pervenute vengono individuati 50-70 nominati; tra questi vengono selezionati i 20 progetti che concorrono ai premi finali di € 5.000 e per i tre grandi premi di € 200.000. Ma ancora più importante delle risorse finanziarie è la campagna di informazione a margine della competizione, che facilita le relazioni con i capitali di rischio, possibili intese con gli investitori, la definizione di alleanze commerciali, i contatti con la clientela.

Il Premio valorizza le applicazioni dell’Ict (non software e hardware). Sono coinvolti un po’ tutti i settori: architettura, medicina, biometria, gestione della catena dell’offerta, ecc.. L’iniziativa riguarda le innovazioni che fanno la differenza reale per la vita quotidiana della gente comune.

L’esperienza fa di EICT il più prestigioso riconoscimento del settore su scala europea; questo non è solo il risultato del rigoroso e competitivo processo di selezione, ma dipende pure dalla reale valorizzazione delle migliori soluzioni e dalla fama costruita sul successo degli anni precedenti.

I numeri del premio EICT dal 1995 ad oggi sono: 3358 candidature da 33 paesi; 257 segnalati (ma solo a partire dal 2002) da 22 stati; 240 finalisti da 23 paesi; 30 vincitori di grandi premi in rappresentanza di 12 paesi. L’eccellenza può essere trovata ovunque: l’85% dei finalisti sono piccole e medie aziende a conferma del loro spirito innovativo e della loro rilevanza per conseguire gli obiettivi economici e sociali dell’Europa. Ma tutti possono partecipare: industrie, centri di ricerca, laboratori; conta solo la qualità del progetto!

printfriendly pdf button - Premio europeo per le tecnologie dell'informazione e della comunicazione