Pubblicità, concessionarie: Sky Media differenzia il free to air dal pay sat

Con lo sbarco in forze sul DTT in chiaro (dopo Cielo, Sky Tg 24 e Tv8), Sky ha deciso di potenziare la propria concessionaria di pubblicità, diversificando l’offerta pay satellitare da quella free del digitale terrestre.

La concessionaria captive del colosso di Murdoch, guidata da Daniele Ottier, a partire dalla settimana pubblicitaria del 3 luglio 2016 riorganizzerà quindi l’offerta ai centri media: nel dettaglio, la rete free to air concentrerà il proprio portfolio sulle reti in chiaro TV8, Cielo e Sky TG 24, mentre quella satellitare pay specializzerà il proprio portfolio sulla relativa offerta così come fatto finora, aggiungendo i canali satellitari Disney e SkyUno. (E.G. per NL)
printfriendly pdf button - Pubblicità, concessionarie: Sky Media differenzia il free to air dal pay sat
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Pubblicità, concessionarie: Sky Media differenzia il free to air dal pay sat

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL