Pubblicità, marzo a +1,2%. Tv, +0,5%, Radio exploit: +7,7%. Diminuisce trend negativo carta stampata

Il mercato degli investimenti pubblicitari è cresciuto nel mese di marzo dell’1,2%, portando il trimestre a -2,1% rispetto allo stesso periodo del 2014.

Sono i dati elaborati da Nielsen secondo cui, aggiungendo la la stima della raccolta sulla porzione di web attualmente non monitorata (principalmente search e social), il mercato chiuderebbe il trimestre a +0,5%. I segnali macroeconomici in miglioramento sembrano portare, dice la nota, verso una chusura d’anno positiva. Quanto ai singoli mezzi, la TV grazie a un marzo stabile (+0,5%) chiude il trimestre con un calo del 2%. I quotidiani e i periodici recuperano qualche punto, attestandosi rispettivamente a -6,9% (-4,1% a marzo) e -3,9% (-1,4% a marzo) per il periodo cumulato gennaio-marzo. Gli investimenti sulla radio crescono nel singolo mese (+7,7%) portando il trimestre a +6,2%. Internet, anche senza Google e Facebook, torna in positivo a marzo (+1,4%), con una variazione sul trimestre di -2,4%. Sulla base delle stime di Nielsen sul totale del web advertising, aggiungendo dunque la porzione di mercato non monitorata nel dettaglio, il digitale crescerebbe del 9% per il periodo gennaio-marzo. (E.G. per NL)

printfriendly pdf button - Pubblicità, marzo a +1,2%. Tv, +0,5%, Radio exploit: +7,7%. Diminuisce trend negativo carta stampata
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Pubblicità, marzo a +1,2%. Tv, +0,5%, Radio exploit: +7,7%. Diminuisce trend negativo carta stampata

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO