Radio digitale. Svezia, il report sui test DAB+ in onda dal 2009

Seguendo le raccomandazioni tecniche del rapporto sul futuro della radio pubblicato nel 2008 dall’autorità svedese per la radio e la televisione (Radio och TV Verket), nel 2009 l’operatore di rete Teracom ha avviato un test del sistema DAB+ in banda VHF-III in un paio di città importanti (Gävle e Uppsala) e nella regione di Stoccolma (con tre impianti da 15.000, 700 e 200 Watt).

Un esame fattuale di rilevante importanza, anche per gli altri paesi interessati agli sviluppi di uno dei formati (non necessariamente il più promettente) della radio digitale, di cui dà notizia, come sempre, Andrea Lawendel, giornalista e attento osservatore degli sviluppi tecnologici del medium radiofonico attraverso il blog Radio Passioni. "Sul mercato – informa a riguardo Lawendel – sono stati immessi alcuni modelli di ricevitori (nelle prove viene utilizzata anche la avveniristica Sensia) che al momento possono sintonizzarsi su questo bouquet a composizione mista di stazioni pubbliche, commerciali e comunitarie riunite nella associazione NRO (Närradions riksorganisation): SR P2 Musik, SR P3, SR P4 Stockholm, SR Metropol, RIX FM, BANDIT, NRJ, Lugna Favoriter, Radio Deejay, Skärgårdskanalen, Dansbandskanalen, Radioseven, Studentradion 98,9, Radio Lidingö, Rocket FM. Ora Teracom ha appena pubblicato un dettagliato report, disponibile anche in lingua inglese. E’ molto significativo il fatto che in base alle conclusioni del test pilota, la Svezia ha approvato una modifica della legislazione in materia radiofonica che consentirà alle emittenti commerciali di richiedere licenze anche per le trasmissioni numeriche. Il processo di concessione di licenze inizierà nel 2011 e nel rapporto Teracom si precisa che tali licenze avranno la durata di 8 anni e richiederanno solo il versamento di una piccola "fee" amministrativa (in pratica gli editori dovranno sostenere, a quanto pare, solo le spese di occupazione dell’infrastruttura condivisa). La lettura del report è molto interessante per la grande chiarezza con cui vengono messi in evidenza i risultati. Gli obiettivi di partenza erano quelli di ottenere una buona copertura outdoor, ma nelle aree meglio coperte viene riscontrata anche una ricezione indoor definita buona-ottima (la mediana dell’intensità di campo è > 58 dBμV/m @1,5m). Utile anche il confronto con le tecniche di acquisizione, codifica e redistribuzione del segnale utilizzate da Teracom. Per la radio nazionale SR e il broadcaster commerciale MTG, ciascuno dei quali occupano quattro programmi nei multiplex DAB+ sperimentali svedesi, la codifica arriva in Teracom direttamente dagli encoder ospitati nei rispettivi studi attraverso una connessione IP-WAN. Le emittenti più piccole raggiungono gli encoder ospitati presso Teracom vuoi attraverso una connessione audio su IP sulla rete privata Teracom, vuoi con un normale stream sulla Internet pubblica. Il pilota non si conclude qui perché è prevista una ulteriore campagna di misurazione della ricezione indoor, sicuramente uno dei fattori critici del DAB+ in VHF".
printfriendly pdf button - Radio digitale. Svezia, il report sui test DAB+ in onda dal 2009