Home News Ticker Tv Radio e Tv locali. Sicilia: la scomparsa di Enzo Speciale, giornalista e...

Radio e Tv locali. Sicilia: la scomparsa di Enzo Speciale, giornalista e fondatore del gruppo radiotelevisivo di Bagheria Tele One – Radio One

Enzo Speciale

È morto nei giorni scorsi a 80 anni il giornalista ed editore di Bagheria Enzo Speciale, nome noto nel mondo dell’editoria radiotelevisiva siciliana quale fondatore e gestore del gruppo radiotelevisivo di Tele One, molto conosciuto soprattutto a Palermo e nella Sicilia occidentale ma, da qualche tempo, anche nel resto dell’isola.
Speciale aveva iniziato la carriera nel mondo del giornalismo già negli anni Sessanta lavorando al ‘Giornale di Sicilia’, per poi passare in un giornale che ha fatto epoca nel mondo dell’informazione isolana, anche e soprattutto in chiave antimafia, ovvero ‘L’Ora’. Speciale era considerato dunque una vera icona del giornalismo bagherese (forte il suo legame con questa località più che con la vicina Palermo), conoscitore come pochi della storia e del costume del suo territorio.
Ma, oltre al giornalismo, aveva anche un’altra passione, ovvero quella dell’emittenza radiotelevisiva privata locale, che lo portò a intuire da precursore le grandi potenzialità delle Radio e Tv locali anche nella sua zona.stereonda - Radio e Tv locali. Sicilia: la scomparsa di Enzo Speciale, giornalista e fondatore del gruppo radiotelevisivo di Bagheria Tele One - Radio OneCon le sue emittenti radiofoniche fondate o acquisite fra la fine degli anni ’70 e la prima metà degli anni ’80 (StereOnda, Radio Palermo Centrale, Radio One) e poi con l’avvio delle trasmissioni di Tele One nel 1988, Speciale aveva inaugurato una stagione di grande vitalità per l’informazione locale a Bagheria e nel Palermitano (area che questo periodico segue con attenzione). Nel corso degli anni il risultato finale è stato il passaggio di Tele One da Tv del circondario bagherese a emittente a copertura più o meno regionale, nonché capofila di un gruppo che conta varie altre emittenti televisive e due emittenti radiofoniche, che sono poi quelle già citate, Radio One e Radio Palermo Centrale.
Negli ultimi anni Enzo Speciale aveva passato il testimone al figlio Giuseppe, a sua volta giornalista, che è oggi il direttore responsabile del gruppo editoriale in questione. Sposato con Maria Viscuso, amministratore del gruppo e insegnante in pensione, e padre, oltre che di Giuseppe, anche di Marco e Sergio, Enzo Speciale da qualche mese era anche diventato nonno della piccola Giulia.

Ma vediamo nei particolari la storia del gruppo Tele One, seguendo la traccia di quanto riportato dal sito dell’emittente siciliana.
Nel 1975, dunque, nasceva l’agenzia di comunicazione Spes Pubblicità, che gestiva contratti pubblicitari per i più noti giornali siciliani, struttura che poi negli anni ’80 diventò gruppo editoriale e rilevò un’emittente radiofonica locale, Radio StereOnda. Nel 1983 venne invece acquisita la storica emittente Radio Palermo Centrale, che trasmetteva all’epoca sui 100.5 MHz e vantava tra i suoi collaboratori i migliori dee-jay di Palermo. Un anno dopo venne creata Radio One, che trasmetteva (e trasmette) su Palermo sui 96,3 MHz.
Nel 1988 la Spes Pubblicità si allargò anche sul fronte televisivo con la creazione dell’emittente televisiva locale Tele One, sul canale 43 dal ripetitore di Monte Giancaldo a Bagheria.
In seguito vennero create le società di capitali Media One srl e R.&T. srl: la prima si occupava del reparto televisivo, la seconda di quello radiofonico. tele sakura - Radio e Tv locali. Sicilia: la scomparsa di Enzo Speciale, giornalista e fondatore del gruppo radiotelevisivo di Bagheria Tele One - Radio OneNel 2000 la Media One rilevò poi un ramo d’azienda di Telesakura ed acquisì il canale 48, che diventò quello di Tele One per la zona di Palermo e provincia. Negli anni successivi vennero acquisite Antenna Uno (nel 2003) e Video Reporter (nel 2004); quest’ultima poi cambiò denominazione e si trasformò in Video One.
A tutto ciò ha fatto seguito la fase del passaggio al DTT, che ha di nuovo visto Tele One protagonista, con la creazione di un gruppo radiotelevisivo e la gestione da operatore di rete di due mux in Sicilia. Il tutto gestito ancora dalla Media One – Gestione Emittenti Televisive e Pubblicità, con sede legale a Bagheria e sede operativa in via Guardione 3 a Palermo.
Ma proviamo a riepilogare l’attuale composizione del gruppo televisivo creato da Enzo Speciale e che ha per capofila appunto Tele One, che trasmette sul canale 19 Lcn, ha buoni risultati d’ascolto in Auditel e ha una copertura a carattere regionale. Ci sono poi Antenna Uno sul canale 185 (opera nelle province di Palermo, Catania, Caltanissetta, Enna, Ragusa e Siracusa) e Video One sul canale 196 (per le stesse province di Antenna Uno). E, ancora, solo per Palermo e provincia, ci sono altre due sigle, ovvero Tele Palermo (641 Lcn) e la rediviva Video Reporter (665), che però ‘ospita’ SiciliaMedia Tv, emittente televisiva legata a un noto gruppo di informazione Web con specializzazione proprio sui temi radiotelevisivi (non certo solo a carattere locale).

Recenti rilevazioni relative al mux A di TeleOne (canale 59), trasmesso da Monte Pellegrino, segnalano tuttavia che Tele Palermo non opera più sul 641, mentre ha iniziato le proprie trasmissioni il canale Palermo News su Lcn 605. E, per non farsi mancare proprio nulla, c’è anche Video Palermo su Lcn 603.
Per ciò che riguarda le Radio, va infine segnalato che da poco Radio One ha aderito al Teaser Media Group, in compagnia di altre due emittenti locali, Radio Show e Radio Action (che è l’emittente originaria del gruppo in questione). Le programmazioni sono diversificate: Radio One si occupa di anni ‘90, andando a ripescare hit che vanno da quel periodo ad oggi; Radio Show va più indietro, con canzoni comprese fra anni ’60 e anni ’80; Radio Action invece mantiene il proprio stile di talk radio, con un format adult contemporary. (M.R. per NL)