Radio locali, Calabria. Prende il via la nuova versione del marchio storico Radio Ciak di Catanzaro. A promuovere l’iniziativa è Nino Mirante Marini

Radio Ciak

Una nuova iniziativa radiofonica ha preso il via da Catanzaro: si tratta della nuova Radio Ciak, on air dal primo luglio scorso. L’idea dei promotori è che l’emittente abbia inizialmente una copertura provinciale in Calabria (regione che questo periodico segue con attenzione) ma poi possa arrivare a livello regionale e anche oltre.
In realtà il nome Radio Ciak non è nuovo per Catanzaro, perché corrisponde a quello di una Radio storica della zona e viene ora recuperato e riutilizzato per un nuovo interessante progetto.
Tenuta a battesimo da Nino Mirante Marini, noto professionista catanzarese – spiega il sito di informazione locale catanzaroinforma.it, Radio Ciak ha l’ambizione di fare produzione radiofonica locale e riflettere realmente il territorio”.

E fra le scelte adottate per conseguire questi fini, c’è quella di mettere in piedi una sinergia proprio con Catanzaro Informa, che curerà gli aspetti giornalistici ed informativi di Radio Ciak. Ci saranno poi, come dice Nino Mirante Marini, “musica di qualità, notizie nazionali ed approfondimenti culturali, che riempiranno a dovere il palinsesto di Radio Ciak”. Si tratta infatti di “una scommessa da vincere, anche grazie a una serie di novità che via via verranno proposte”.
Naturalmente l’attuale palinsesto estivo è solo ‘provvisorio’, perché la programmazione completa vedrà la luce a settembre e per illustrare il palinsesto definitivo è già previsto per quel mese uno spettacolo di presentazione presso il Supercinema di Catanzaro. Radio Ciak trasmetterà sulle frequenze dei 92.400 per Catanzaro, 91.900 per Lamezia, 88.100 per la costa jonica e naturalmente sarà anche in streaming sul web.

Sentiamo ancora Mirante Marini: “Credo molto in questa idea. La Radio sarà parte integrante della città e la città parte integrante della Radio. Il mio intento è anche quello di far capire alle istituzioni che sarà uno strumento indispensabile alla crescita della città capoluogo di Regione. La realizzazione di questa mia grande passione ha trovato riscontro in chi ha creduto da subito nel mio progetto. Ringrazio fin d’ora i partner che mi accompagneranno e con i quali sarò onorato di vincere questa sfida”.
Radio Ciak copre un certo vuoto radiofonico nel capoluogo calabrese. Nino Mirante Marini sarà affiancato da un gruppo di speaker e deejay che hanno scritto la storia della radiofonia nel capoluogo calabrese, tra i quali Mimmo Macario, Maurizio Cristofalo, Pino Chiarella, Massimo Amato e Betty Carolei.

Ma ‘la scintilla che ha ravvivato un fuoco mai spento’ (secondo altre informazioni raccolte in zona) è stato il vivo ricordo di Eugenio Cosentino (colonna portante della radiofonia catanzarese), scomparso prematuramente a 58 anni.
Cosentino, per gli amici “Gegè”, era noto nell’ambito delle Radio calabresi come Jack Marshall. In una apposita serata di ricordo non-stop allestita lo scorso anno a Radio Valentina di Soverato è emerso, grazie ai molti amici, colleghi e ex colleghi intervenuti, lo spirito che ha sempre contraddistinto l’uomo Eugenio Cosentino: è stata fatta rivivere la sua passione politica con l’intervento di Pino Napoleone, il suo amore per il Catanzaro calcio testimoniato da Tonino Trapasso e l’immensa conoscenza della musica, con i ricordi affidati alle parole di Maurizio Cristofalo, Claudio Giordano, Nino Mirante Marini, Pino Chiarella, Ester Di Benedetto, Alberto Barbuto, Mimmo Macario, Rosario Carello, Pietro Falbo, Tonino Santise, Aurelia Ciacci, Romina Mazza, Salvatore Conforto, Lucia Abiuso, Danila Letizia, Carlo Veraldi.
Come si vede dai nomi citati, alcuni di questi radiofonici e amici di Cosentino hanno poi deciso, anche in suo ‘onore’, di riprovarci con l’emittenza locale in Fm, ridando vita a Radio Ciak. (M.R. per NL)

printfriendly pdf button - Radio locali, Calabria. Prende il via la nuova versione del marchio storico Radio Ciak di Catanzaro. A promuovere l’iniziativa è Nino Mirante Marini