Radio locali, Lombardia. Radio Lodi non viene ceduta (per ora). Merito dei suoi ascoltatori e sostenitori

Radio Lodi, una delle prime emittenti lombarde ancora in attività, essendo stata fondata nel 1975 non si tocca, almeno per ora.

La Curia, che ne è titolare, sembrava intenzionata a cederla a Tele Radio Pace (come era accaduto con Tele Lodi) ma la mozione popolare sembrerebbe aver bloccato la procedura in atto. Barbara Onofri, voce storica dell’emittente, informa di questo sul web ed aggiunge: "Abbiamo raccolto in pochissimi giorni 175 firme in calce alla petizione popolare (sul sito www.petizionepubblica.it) e circa altrettanto ‘mi piace’ (in sostanza, un’adesione) sul gruppo Facebook ‘Salviamo Radio Lodi’, ottenendo di bloccare la procedura in atto. Ora si tratta di trovare nuove risorse e capire come andare avanti". L’emittente nacque per iniziativa di monsignor Paolo Ferrari, di Don Antonio Contardi (allora parroco di Comazzo e collaboratore della Rai) e di Don Carlo Ferrari, con trasmissioni ufficiali il giorno di Pasqua del 1976 dopo diversi mesi di sperimentazione. Trasmette su 89,000 MHz da San Colombano e su 100,500 MHz da Lodi (l’impianto inteprovinciale 88,850 MHz da Roncola è invece stato ceduto recentemente a Radio Mater) ed è ascoltabile anche in streaming alla pagina www.radiolodi.it. (R.R. per NL)
 
 
 
printfriendly pdf button - Radio locali, Lombardia. Radio Lodi non viene ceduta (per ora). Merito dei suoi ascoltatori e sostenitori