Home News Ticker Tv Radio locali, Sicilia. Agrigento: chiude Radio Azzurra Ravanusa. La frequenza ceduta a...

Radio locali, Sicilia. Agrigento: chiude Radio Azzurra Ravanusa. La frequenza ceduta a RDS

radio azzurra

Un’altra emittente radiofonica locale abbandona l’etere: la siciliana Radio Azzurra Ravanusa, di Licata (Agrigento), ha cessato il 29/10/2018 le trasmissioni cedendo l’impianto 106,000 MHz facente servizio sulle province di Agrigento, Caltanissetta ed Enna a RDS.
L’emittente ha deciso di darne notizia su NL inviandoci un riassunto della propria esperienza.
Radio Azzurra nasce nel novembre del 1987, grazie alla passione di tre ragazzi di Ravanusa: Santo Boncori, Lillo e Calogero Avarello.
Dei tre fondatori soltanto Santo Boncori aveva resistito insieme alla collaborazione di Giuseppe Lana (Lanus) per la programmazione, dedicandosi anima e corpo alla sua creatura.

Nel 1988 Angelo Sciandrone, uno dei tanti collaboratori, idea quello che è lo stemma di Radio Azzurra: un ragazzo sdraiato sulla sabbia che ascolta la radio in cuffia (la mitica prima mascotte della radio!). Nel 1989, la svolta: entra in società Lillo Pirrera che incomincia ad occuparsi del settore commerciale della radio.
I frutti della sua opera non si fanno attendere: l’emittente potenzia le attrezzature di alta frequenza, comprando un piccolo appezzamento di terreno in Contrada Cassarà, da dove, ad una quota di 395 metri sul livello del mare, viene montato un traliccio di oltre 24 metri di altezza ospitante un sistema radiante alimentato da un trasmettitore di 
1.000 watt di potenza in grado di servire quasi tutti i centri delle provincie di Agrigento, Caltanissetta, Enna e qualche paese della provincia di Palermo.
Oggi, con la conclusione della propria esperienza, Radio Azzurra non dimentica che il risultato raggiunto in tutti questi anni è anche merito dei primi soci, dei tanti giovani che, sin dal primo giorno, hanno voluto far parte di questa famiglia anche se, per diversi motivi, hanno poi smesso di occuparsene, agli operatori commerciali che hanno affidato il loro messaggio pubblicitario ed ai fedeli radioascoltatori”. (E.G. per NL)