Radio locali, Toscana: sequestro Radio Studio 54: Parisi (Pdl), grave che magistratura abbia spento emittente. Rischio estensione misure cautelari

radio studio 54
Il provvedimento che la magistratura fiorentina ha preso nei confronti di una radio locale, Radio Studio 54, e’ grave: non ascolto spesso le radio locali, anche perche’ passo tre giorni la settimana a Roma, e se avessi ascoltato messaggi o dichiarazioni inneggianti all’odio razziale li avrei contrastati con le armi della democrazia e del ragionamento politico“.
Lo scrive, su Facebook, il deputato Massimo Parisi, coordinatore regionale del Pdl della Toscana, in merito alla chiusura di Radio Studio 54, emittente di Scandicci (Firenze), per istigazione all’odio razziale e diffamazione.
“Se sono state violate delle leggi – prosegue Parisi – e’ giusto che la giustizia faccia il suo corso, ma il principio per il quale ‘cautelativamente’ si spegne una voce per quanto dissacrante e controcorrente questa possa essere, e’ aberrante. Conosco Gheri Guido da una vita, anche perche’ sono originario di Scandicci, e so per certo che molte delle cose che dice non le condivido, nel merito e nel metodo; so anche che una sua lista sta appoggiando un candidato della Lega Nord in antitesi a quello del Pdl, ma questo non mi impedisce oggi di ribadire che la responsabilita’ penale e’ sempre personale e non puo’ investire un mezzo di libera informazione. Anche perche’ se si afferma questo principio, forse non sarebbe l’unica radio a dover chiudere i battenti“. (Adnkronos)
printfriendly pdf button - Radio locali, Toscana: sequestro Radio Studio 54: Parisi (Pdl), grave che magistratura abbia spento emittente. Rischio estensione misure cautelari