Radio. Modifica limite copertura, Suraci (RTL 102.5): chi non vuole ha interessi diversi. Montrone (Norba): digitale ha già abbattuto confini

filo spinato, limite copertura

Suraci (RTL 102.5) su limite copertura radio locali: “È comprensibile che a non volere far crescere la Radio siano editori con interessi prevalenti in altri segmenti. Non lo è che il nanismo sia l’ideale dei radiofonici”.
Montrone (Radio Norba): “Siamo favorevoli al superamento di un assetto normativo ormai obsoleto ed anacronistico. Con lo sviluppo digitale, al quale assistiamo, il confinamento territoriale è già stato abbattuto”.
Ferrara (Number One): “Anche noi d’accordo su limite più ampio. Ciò darebbe nuovo ossigeno agli editori areali, oggi compressi in un ambito che non consente progettualità più ambiziose”.

antenna fm torre isozaki milano 3 - Radio. Modifica limite copertura, Suraci (RTL 102.5): chi non vuole ha interessi diversi. Montrone (Norba): digitale ha già abbattuto confini

Tutte le imprese vitali aspirano a crescere

“Tutte le imprese vitali aspirano a crescere. Chi va in direzione opposta ha solo trovato la rendita in una nicchia. È comprensibile che a non volere far crescere la Radio siano editori con interessi prevalenti in altri segmenti, temendone la forza nel raccogliere ascolti e pubblicità, non lo è che il nanismo sia l’ideale dei rediofonici“.

lorenzo suraci 4 scaled - Radio. Modifica limite copertura, Suraci (RTL 102.5): chi non vuole ha interessi diversi. Montrone (Norba): digitale ha già abbattuto confini

Chi si oppone all’ampliamento del limite di copertura?

Questo il commento di Lorenzo Suraci, presidente di RTL 102.5 alla notizia data in anteprima oggi da NL dell’opposizione di una serie di radio locali alla proposta di estendere l’ambito diffusivo previsto dall’attuale formulazione del Testo Unico dei Servizi di Media Audiovisivi e Radiofonici Digitali  nell’ambito dell’audizione pubblica sul progetto di riordino in attuazione della direttiva UE 2018/1808.

Nel digitale non esistono confini

“Ma c’è un aspetto che supera ogni possibile obiezione: nel mondo del digitale non è che non esistano confini di copertura, locale o nazionale, proprio non esistono confini. Non sono neanche pensabili. Se li facciamo valere, arretrando anziché avanzando tecnologicamente, otterremo un solo risultato: condanneremo tutte le aziende italiane del settore a perdere in partenza la concorrenza nel mercato aperto, preparandoci a cedere mercato verso piattaforme che già abbondantemente approfittano dell’assenza di confini”, continua Suraci.

Enorme e velenoso errore

“È questo che si vuole? Se così è lo capiamo, ma da cittadini italiani e da imprenditori ci opponiamo e lo condanniamo. Se così non è, meglio, ma allora vuol dire che ci si deve in fretta accorgere dell’enorme e velenoso errore che ci si appresta a commettere tornando, in digitale, a far valere limiti e confini dell’analogico e del secolo scorso”, conclude il presidente di RTL 102.5.

Montrone: siamo assolutamente favorevoli

Sulla stessa linea Marco Montrone, editore della superstation Radio Norba: “Siamo assolutamente favorevoli alla proposta di modifica del TUSMAR relativamente all’ ampliamento dell’ambito diffusivo locale. Tale modifica, a parere nostro, rappresenterebbe un evidente adeguamento di un assetto normativo ormai obsoleto ed anacronistico e risulterebbe, altrettanto evidentemente, coerente con lo sviluppo riconosciuto a tutti gli altri settori delle comunicazioni elettroniche dove, con lo sviluppo digitale al quale assistiamo, il confinamento territoriale è già stato abbattuto.

Radio Norba Marco Montrone - Radio. Modifica limite copertura, Suraci (RTL 102.5): chi non vuole ha interessi diversi. Montrone (Norba): digitale ha già abbattuto confini

I veri competitor sono gli OTT

L’intero comparto radiofonico, nazionale e locale, è oggi chiamato a fronteggiare nuovi competitor, i cosidetti Over The Top e questo inevitabilmente non può non passare anche da un tempestivo e ragionevole adeguamento regolamentare che restituirebbe indistintamente una valorizzazione complessiva degli asset di tutta l’emittenza locale, ovvero sia di quella che, pur nella propria dimensione locale, intendesse legittimamente proiettarsi a raccogliere le sfide di un mercato più globale, sia quella che, altrettanto legittimamente, intendesse invece continuare ad operare in ambiti territoriali più strettamente affini alla propria proposta editoriale.

Ampliamento deve essere una libera scelta

L’ampliamento dell’ambito diffusivo locale può e deve rappresentare la libera scelta di ciascuno e non essere inibito da un vincolo normativo come detto anacronistico”, conclude Montrone.

Radio Number One - Radio. Modifica limite copertura, Suraci (RTL 102.5): chi non vuole ha interessi diversi. Montrone (Norba): digitale ha già abbattuto confini

Number One: ossigeno per editori areali

“Il Gruppo Radio Lagouno, editore tra le altre testate di Radio Numberone, Radio Nostalgia e One Dance, è assolutamente favorevole all’allargamento del bacino di ascoltatori a 30 milioni di individui, in quanto ciò darebbe nuovo ossigeno agli editori areali, oggi compressi in un ambito che non consente progettualità più ambiziose per il progressivo depauperamento del mercato locale e lo schiacciamento del mercato pubblicitario nazionale sulle emittenti nazionali”. Così invece Pierangelo Ferrara, del cda del gruppo Radio Lagouno.

Con ampliamento limite maggiore possibilità di trading di frequenze eccedenti

“Tutto ciò senza nulla togliere alle radio locali che potrebbero continuare a svolgere la loro funzione sul territorio senza contraccolpi e nello stesso tempo offrirebbe agli editori locali che ne avessero interesse di collocare sul mercato eventuali frequenze eccedenti il loro progetto“. (E.G. per NL)

printfriendly pdf button - Radio. Modifica limite copertura, Suraci (RTL 102.5): chi non vuole ha interessi diversi. Montrone (Norba): digitale ha già abbattuto confini
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Radio. Modifica limite copertura, Suraci (RTL 102.5): chi non vuole ha interessi diversi. Montrone (Norba): digitale ha già abbattuto confini

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL