Radio. TER: a livello subnazionale crescono alcune superstation. I casi di Radio Bruno e Radio Birikina tra multipiattaforma ed empatia

superstation

Se nel 2° semestre 2020 le emittenti nazionali (tranne qualche caso) e gran parte delle locali hanno subito un generalizzato calo nella fruizione a causa della restrizione della mobilità per Covid-19, alcuni soggetti intermedi in termini di diffusione, le cd superstation, hanno registrato performance positive.
Si tratta di imprese che generalmente hanno investito molto nella multipiattaforma ed in particolare nella visual radio DTT, godendo così del vantaggio della presenza televisiva il cui utilizzo il lockdown ha incentivato.
Tra queste vanno annotate Radio Bruno e Radio Birikina, due superstation del Nord Italia (rispettivamente Emilia e Veneto).

radio bruno studi - Radio. TER: a livello subnazionale crescono alcune superstation. I casi di Radio Bruno e Radio Birikina tra multipiattaforma ed empatia

809.000 utenti per la superstation Radio Bruno

Nel secondo semetre 2020 secondo l’indagine TER 809.000 persone si sono sintonizzate mediamente ogni giorno sulla superstation Radio Bruno, diffusa in vaste zone del nord e centro Italia.
“Il dato emerge dall’indagine Radio TER relativa al secondo semestre 2020. La radiofonia italiana perde oltre un milione di ascoltatori nel Giorno Medio: Radio Bruno, in controtendenza, guadagna ascoltatori”, ricorda la stazione in una nota inviata a NL.

Dati in rialzo in Emilia Romagna, Toscana, Lombardia, Veneto, Piemonte e Marche

Radio Bruno si conferma l’emittente col maggior numero di ascolti in Emilia Romagna davanti a tutti i principali network pubblici e privati; dati in rialzo anche in Toscana (120.000), Lombardia (120.000), Veneto, Piemonte e Marche. Gli ascoltatori settimanali sono 2.339.000″, spiega la superstation.

Avevamo già avuto la sensazione che la partecipazione degli ascoltatori ai programmi continuasse a crescere, in uno scambio costante finalizzato a sentirci tutti un po’ meno soli

Un risultato che ci rende orgogliosi e ci gratifica in un periodo davvero complesso – commenta l’editore, Gianni Prandi -. Avevamo già avuto la sensazione che la partecipazione degli ascoltatori ai programmi continuasse a crescere, in uno scambio costante finalizzato a sentirci tutti un po’ meno soli. La radio ha grande capacità di adattamento e le dirette televisive di tutti i programmi in onda hanno rappresentato un ulteriore valore aggiunto per entrare, letteralmente, nelle case degli ascoltatori”.

Radio Birikina antenna sede - Radio. TER: a livello subnazionale crescono alcune superstation. I casi di Radio Bruno e Radio Birikina tra multipiattaforma ed empatia

Birikina: Klasse di merito

Soddisfatto delle perfomance delle sue emittenti anche l’editore veneto Roberto Zanella, il cui gruppo, Klasse Uno Network, ci spiega di essere “campione di ascolti a Nord-Est in netta controtendenza con lo scenario nazionale e locale consolida ulteriormente i propri primati”.

Un dato su tutti: la superstation Radio Birikina è la Radio areale più ascoltata in Veneto e Friuli

Il gruppo radiofonico che comprende Radio Birikina, Radio Bellla e Monella, Radio Piterpan, Radio Marilù, Radio Sorrriso, Radio Gelosa, Vibra FM somma 1.568.000 ascolti giornalieri (+11% vs anno 2019; +5% vs 2° semestre 2019), 4.554.000 ascolti settimanali (+4% vs anno 2019; in linea con il 2° semestre 2019) e 187.000 nel quarto d’ora medio 06/24 (+30% vs anno 2019; +14% il 2° semestre 2019).

Gioco di squadra

“Un grande risultato per il nostro network ottenuto grazie alla grande determinazione e coraggio della nostra squadra. Ognuno dei nostri collaboratori ha portato avanti con passione e forza il proprio lavoro, proponendo nuove idee e soluzioni per affrontare un anno così difficile“, commenta Zanella a NL.
Anticipando “Nuovi programmi, nuovi progetti Radio-tv-web e social, nuovi progetti editoriali tra cui “Voci del Territorio” e nuove azioni di partnership”. (E.G. per NL)

printfriendly pdf button - Radio. TER: a livello subnazionale crescono alcune superstation. I casi di Radio Bruno e Radio Birikina tra multipiattaforma ed empatia