San Marino RTV: sbarco alla grande su Sat e DTT, senza dimenticare il web

L’emittente della Repubblica del Titano continua nel suo programma di espansione multipiattaforma. Dopo l’accordo con Eutelsat per la diffusione via satellite, San Marino RTV si associa ai bouquet più diffusi e conosciuti sul territorio italiano: Tivusat e Sky, garantendosi così un’audience potenzialmente molto ampia.

In più, grazie ad un accordo con il Ministero dello sviluppo economico italiano, l’emittente potrà trasmettere nei territori confinanti di Emilia Romagna e Marche con propri impianti in tecnologia digitale terrestre. Si conferma così la vocazione “glocal” di San Marino RTV sotto la direzione di Carmen Lasorella, che in una recente intervista a Italia Oggi ha ribadito la linea editoriale: tanta informazione, attenzione alla realtà del territorio ma anche apertura ai temi internazionali e all’innovazione tecnologica. Saranno addirittura due i canali proposti sulla piattaforma satellitare: il primo riproporrà la programmazione terrestre dell’emittente e sarà trasmesso dalla flotta di satelliti HotBird 13° (quella dove puntano la maggior parte delle parabole italiane), mentre il secondo si concentrerà su una non meglio precisata “produzione di servizi”, attraverso gli HotBird 9°. Il “terzo pilastro” dell’emittente continuerà a essere rappresentato dal web, supportato da una redazione specializzata di giovani giornalisti. Lasorella è stata tra l’altro nominata presidente di giuria per l’attribuzione dei “Teletopi” 2010 (il premio per le microweb-tv che fa il verso ai più noti Telegatti), e in tale occasione ha raccontato del suo rapporto con internet, sottolineandone gli aspetti innovativi e di libertà ma anche i pericoli di un’informazione senza filtri, spesso non verificata e quindi inattendibile. Da qui la volontà di costruire un nuovo modo di fare giornalismo, senza ignorare i canali innovativi ma anche mantenendo un forte contatto diretto con la realtà e un’attenta opera di selezione e verifica delle fonti. Un faticoso percorso di mediazione tra vecchie e nuove regole del fare informazione che sta facendo proseliti. Alcuni lo valutano come un tentativo di rinchiudere il giornalismo in rete in modalità superate. Per altri invece rappresenta un imprescindibile cammino verso la maturità. (E.D. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - San Marino RTV: sbarco alla grande su Sat e DTT, senza dimenticare il web

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL