Sempre più Italiani online ogni giorno

Tante ore al computer cancellano qualche luogo comune


Research International dichiara che gli italiani passano 198 milioni d’ore sul web la settimana. Il convegno “Idee, carta e tecnologia” dell’Università Bocconi di Milano ricorda che lo fanno smentendo i luoghi comuni.
La ragnatela informatica intrappola (o conquista?) utenti che cercano informazioni, svago, acquisti e un po’ di compagnia, sempre di più al sud, in modo sempre più costante. Ricerca d’informazioni per approfondimento, scrittura d’e-mail, lettura delle ultime notizie, divertimento e acquisti via eBay: questa è la top five delle abitudini on-line degli italiani. Le fasce d’età più comuni tra i naviganti sono rispettivamente dai 18 ai 34 anni, giovani che si connettono principalmente da casa, e dai 35 e i 44 anni, adulti che sfruttano la rete dalla postazione di lavoro. Al sud l’incremento dell’uso di internet sembra vincere sul nord. In particolare nei comuni di Palermo e Brindisi gli utenti sono sempre più impegnati in conversazioni in chat e aste on-line.
La notizia che sorprende è invece quella discussa durante il convegno “Idee, carta e tecnologia” dell’Università Bocconi di Milano: al contrario delle apparenze sono i giovani, nonostante il maggior numero di ore trascorse di fronte ad uno schermo, ad essere nostalgici di carta e penna, molto più d’adulti e manager, quasi dipendenti dal reperimento immediato e semplice d’informazioni sulla rete. L’Italia abbatte un luogo comune lasciando spazio ad una riflessione: se l’acronimo PC non significasse più personal computer, ma “privato compagno” di ricerche in rete? (M.M.)

printfriendly pdf button - Sempre più Italiani online ogni giorno