Siti civetta contro il P2P

Ci ha pensato ZeroPaid a svelare l’ennesimo stratagemma di MediaDefender, da molti anni il partner privilegiato delle major hollywoodiane per combattere la pirateria sul P2P


da Punto Informatico

Questa volta l’azienda di Santa Monica aveva realizzato un intero sito internet dedicato al download di film, con tanto di applicazione da scaricare che prometteva “miracoli” per il download di nuovi titoli in semplicità.

All’indirizzo www.miivi.com (ma anche.net) era possibile scaricare un simpatico programmino in grado di consentire l’accesso ad una rete di sharing attraverso la quale ottenere i maggiori successi dell’industria cinematografica americana come 300 o Batman Returns. Peccato che la suddetta applicazione raccogliesse anche informazioni sul contenuto dei dischi dell’ignaro utente, riferendo tutto a MediaDefender e quindi alla MPAA.

Secondo quanto si legge su TorrentFreak inoltre, ci avrebbe pensato lo stesso programma ad di download: una specie di applicazione in stile web 2.0, per garantire che tutti coloro che aderissero al programma si ritrovassero prima o poi con un bel po’ di materiale illegale sul proprio computer anche senza averne fatto richiesta.

printfriendly pdf button - Siti civetta contro il P2P
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Siti civetta contro il P2P

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO