Toscana, PD: per primarie tetto spesa e divieto pubblicità radio-tv

Vietati i messaggi a pagamento sui media, ammesse le affissioni di manifesti 70×100 o locandine, tetto massimo di spesa di 45-50 mila euro per grandi comuni e province


(ASCA) – Firenze, 20 ott – Vietati i messaggi a pagamento sui media, ammesse le affissioni di manifesti 70×100 o locandine, tetto massimo di spesa di 45-50 mila euro per grandi comuni e province. Queste alcune delle norme contenute nel regolamento per le primarie in Toscana, approvate dalla direzione regionale del partito.
Il regolamento prevede che i candidati partecipino al confronto ”con lealta”’ e ”massimo rispetto reciproco” e che accettino il risultato delle primarie sostenendo poi il candidato vincente.
Se sono vietati i messaggi pubblicitari o di propaganda elettorale su radio, Tv o altre testate giornalistiche, la propaganda elettorale e’ sempre consentita attraverso siti web o altri mezzi di comunicazione elettronica, cosi’ come e’ consentita la stampa di materiale informativo. Invece per tutta la durata della campagna per le primarie e’ vietata la pubblicazione e/o diffusione dei sondaggi politici ed elettorali. Fissati anche precisi tetti di spesa: si va da un massimo di 5 mila euro per i Comuni con meno di 5 mila abitanti, ai 45 mila per i Comuni con piu’ di 150 mila, ai 50 mila delle amministrazioni provinciali. La campagna si svolgera’ dalla ufficializzazione delle candidature fino al 31 gennaio 2009.
afe/mcc/alf (Asca)

Send Mail 2a1 - Toscana, PD: per primarie tetto spesa e divieto pubblicità radio-tv

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL