Home Giurisprudenza e Normativa Tv. Agcom sanziona per 260.000 euro Life 120 Channel per “Il Cerca...

Tv. Agcom sanziona per 260.000 euro Life 120 Channel per “Il Cerca Salute” di Adriano Panzironi: informazioni pubblicitarie potenzialmente lesive della salute degli utenti

SHARE
Life 120 Channel, Adriano Panzironi

La Commissione per i servizi e i prodotti dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni  con delibera N. 72/19/CSP del 21/03/2019 ha sanzionato con oltre 260.000 euro Life 120 Channel, il fornitore di servizi di media audiovisivi in ambito nazionale che trasmette quotidianamente programmi che l’Autorità definisce “di presunta informazione scientifica“, condotti dal giornalista pubblicista Adriano Panzironi.
Il procedimento, come già noto ai lettori di NL, era stato avviato nel mese di ottobre 2018 “alla luce di diverse segnalazioni pervenute e delle evidenze emerse dal monitoraggio d’ufficio”.
Spiega un comunicato diffuso da Agcom, che l’attività istruttoria ha accertato infatti che l’emittente nazionale DTT Life 120 Channel, attraverso la diffusione del format “Il cerca salute” (peraltro trasmesso anche da numerose emittenti locali), ha “trasmesso informazioni pubblicitarie potenzialmente lesive della salute degli utenti, tali da diminuire il senso di vigilanza e di responsabilità verso i pericoli connessi al corretto uso dei farmaci, in particolare sotto il profilo della mancata assunzione degli stessi, o del tipo di alimentazione da seguire e quindi tali da risultare pregiudizievoli per la salute dei consumatori/utenti”.

“In particolare, anche alla luce del parere reso dal Consiglio Superiore della Sanità, è emerso che il metodo Life 120 risulta basato su argomentazioni non supportate da evidenza scientifica e nega evidenze scientifiche già consolidate; diffonde informazioni non corroborate da alcuna evidenza relativamente all’ associazione causa – effetto per alcune malattie e relativi fattori di rischio, contribuendo alla disinformazione nutrizionale. Tale condotta vìola precise disposizioni del Testo unico dei servizi di media audiovisivi (d. lgs. n. 177/05) e del Codice di autoregolamentazione media e minori in relazione alla presenza, in alcune puntate, anche di minori”, conclude l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni.
Quasi scontato che Life 120 Channel impugnerà al TAR nei 60 giorni consentiti la delibera Agcom recante il provvedimento sanzionatorio. (E.G. per NL)