Tv, “anche i seni piangono”: lite in Spagna

Vivace polemica, nella penisola iberica, sul nuovo serial “Sin tetas no hay paradiso”, in onda su Telecinco


L’opinione pubblica spagnola si sta agitando attorno ad un’accesa polemica, dopo la messa in onda, su Telecinco, di un nuova telenovela seriale dal curioso titolo : “Sin tetas no hay paradiso” (Senza tette non c’è paradiso), giunta sinora alla terza puntata. Il programma, nell’episodio trasmesso mercoledì scorso, ha registrato 3,9 milioni di spettatori, con uno share tale da primeggiare in modo pressochè assoluto sul totale degli ascolti di prima serata. Si tratta di una telenovela, ispirata all’omonimo romanzo dello scrittore colombiano Gustavo Bolivar. E’ la storia di un’adolescente dal seno piccolo, nata e cresciuta in un quartiere urbano periferico, e perciò molto degradato, dove sembra che, l’unico mezzo a disposizione di una ragazza per tentare di cambiare la propria posizione sociale sia quello di cercare di sedurre ricchi e avvenenti narcotrafficanti. Nella sua prima versione televisiva, già andata in onda in Colombia, “Sin tetas no hay paradiso”, la protagonista alla fine, giunge drammaticamente al suicidio. Nell’edizione spagnola, invece, nulla ancora vi è di certo. Ma già, dopo la prima puntata, la Giunta della Gran Canaria è insorta, chiedendo ufficialmente il ritiro del serial dal palinsesto di Telecinco. Questa settimana, al coro delle proteste, si è unita anche l’Associazione dei telespettatori della Catalogna” (Tac), avanzando riserve su di un linguaggio e dei contenuti non “politically correct”, ritenuti in grado di veicolare un ennesimo modello di “donna oggetto”. Secondo l’associazione Tac, inoltre, in “Sin tetas” vi sono delle adolescenti pronte a tutto pur di uscire dalla loro condizione di povertà, ed entrare rapidamente in un mondo di “danaro facile e di lusso” e dove serpeggia, in sottofondo, una presentazione compiacente di narcotraffico e prostituzione. Un’altra associazione di telespettatori ha espresso critiche, ma senza chiederne il ritiro, e limitandosi ad osservare che: “E’ una serie scadente cui mancano quasi tutte le qualità, ma come tante altre che abbiamo in tv”. (Paolo Masneri per NL)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Tv, “anche i seni piangono”: lite in Spagna

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL