Tv, da martedì “Youdem Tv”, la tv del PD via sat

Sara’ visibile sul canale 813 di Sky. Veltroni: “Non e’ la riproposizione del modello generalista, non e’ una tv tradizionale, ma e’ una tv diversa. E’ aperta e orizzontale, aperta a chiunque voglia dare un contributo”


Repubblica.it

Martedi’ 14 ottobre sara’ visibile sul canale 813 di Sky ma, spiega Walter Veltroni nella conferenza stampa di presentazione nella sede del partito, “non e’ la riproposizione del modello generalista, non e’ una tv tradizionale, ma e’ una tv diversa. E’ aperta e orizzontale, aperta a chiunque voglia dare un contributo”. “Finora – prosegue il leader del Pd – in quattro giorni si sono iscritte 8mila persone. Contiamo di arrivare a 15mila per martedi’. Ogni giorno arrivano 300 video da utenti che fanno parte della piattaforma multimediale”. Martedi’ 14 ottobre non e’ una data scelta a caso: “E’ passato un anno esatto dalle primarie – ricorda Veltroni – la data e’ stata scelta per il suo valore simbolico perche’ sanci’ la nascita di un partito nuovo”. La nuova televisione democratica, prosegue Veltroni, “vuole creare una nuova comunita'” e “sara’ fatta in primo luogo dalle cose che ci verranno inviate dalla rete. Una tv cosi’ non esisteva ed e’ un arricchimento del panorama televisivo”.

Corriere.it

Veltroni: «le persone comuni ci potranno mandare i loro video da mandare in onda» . Da martedì al via «Youdem.tv», la televisione del Partito democratico. Andrà in onda sul satellite, al canale 813 della piattaforma di Sky

ROMA – Ad un anno delle primarie, apre i battenti, martedì prossimo, 14 ottobre, «Youdem.tv», la televisione del Partito Democratico che punta a fare dell’interazione con cittadini il cuore della sua missione.

Il segretario del Pd Walter Veltroni (Imagoeconomica)
«Nel palinsesto avremo nomi importanti ma quelli a cui teniamo di più sono le persone comuni che ci manderanno i loro video», ha spiegato il segretario del Pd Walter Veltroni, assicurando che la tv sarà un nuovo mezzo per l’opposizione democratica ma anche per aumentare il consenso del Pd tra i giovani.

I PROGRAMMI – Sarà Michele Serra ad aprire i battenti della tv, che andrà anche su satellite al canale 813 di Sky, con la rassegna stampa, seguita da Mario Tozzi, che affronterà i temi ambientali. Il cuore politico della tv sarà il programma «Dem», nel quale Gianni Riotta, nel primo giorno di trasmissione, alle 11 converserà con Veltroni. In realtà, ha spiegato il responsabile Pd della Comunicazione Paolo Gentiloni, «ci sarà molto di politico visto che useremo la tv per commentare le attualità e non faremo sconti dal punto di vista dell’opposizione in video, ad esempio denunciando gaffe del premier, come quella di venerdì, che altrove diventano irrilevanti». Tito Boeri, Andrea Camilleri, Sandro Veronesi, Concita De Gregorio sono alcuni dei nomi che parteciperanno ai programmi ma grande spazio avranno sconosciuti, come il gruppo di italiani che ogni giorno ne «Il viaggio con Obama» racconteranno la corsa del candidato democratico. «Gli iscritti alla piattaforma – ha spiegato Veltroni – sono già 4mila con una media di 300 video al giorno e noi puntiamo ad avere 8mila corrispondenti, uno da ogni comune, perchè vogliamo essere una cosa nuova rispetto alla tv generalista». E per dimostrare che nel Pd si rema tutti dalla stessa parte, il leader democratico ha annunciato che «ospiteremo prodotti della tv legata a “Italianieuropei” e viceversa perchè due cose interagiscono nel modo migliore se hanno caratteristiche diverse».

Il Giornale.it

L’ultima spiaggia di Walter: l’etere televisivo

I democratici si aggrappano a tutto. Per fronteggiare la continua dispersione di voti, il leader Pd Walter Veltroni decide di provare a sbarcare sul piccolo schermo. Lo aveva già annunciato. Settimana prossima sarà realtà. E si chiamerà Youdem.tv la rete che, a partire da martedì prossimo, inizierà a trasmettere i propri programmi all’interno del palinsesto Sky. “Grande” apertura con la rassegna stampa affidata a Michele Serra.

Veltroni a 15 pollici È, ha spiegato il segretario Veltroni, “una Tv nuova, diversa dalle tradizionali televisioni generaliste perchè è fatta da quelli che la vedono. I video mandati dalla gente saranno parte della comunità virtuale e alcuni entreranno nei palinsesti”. Le aspettative del centrosinistra sono piuttosto alte. A detta degli organizzatori, infatti, Youdem.tv (che si potrà vedere dal canale 813 di Sky) sarà una piccola “rivoluzione” dal momento che – a detta di Veltroni – sarà un’emittente “non dall’alto verso il basso ma orizzontale”. “Non è che io sto a casa e vedo ciò che gli altri hanno deciso, ma chi sta nelle città, nei quartieri, arriva in Tv con i suoi video – spiega l’ex sindaco di Roma – una televisione sull’esempio di quella di Al Gore”.

L’anti-berlusconismo A chi gli chiede se sarà una televisione diversa da quella di Berlusconi, il segretario democratico cerca di scansarsi dicendo di non voler entrare nelle polemiche. Ma, poi, affonda: “Sarà diversa dalle televisioni generaliste, è questa la novità”. Pur assicurando di voler sfuggire dalla polemica, Veltroni cerca di puntare sulla classica superiorità morale sfoggiata – spesso – dal centrosinistra. E si vanta dei risultati già ottenuti snocciolando alcuni dati secondo cui in quattro giorni hanno aderito al progetto circa 8mila persone. E ancora: sono giunti 300 video dagli utenti della piattaforma. “La televisione – continua Veltroni – avrà uno spazio privilegiato per l’informazione con notiziari ogni venti minuti e notizie in tempo reale per gli eventi più importanti”.

I big in cartellone Tra i “nomi” che accompagneranno il debutto di Youdem.tv oltre a Michele Serra anche Gianni Riotta, Andrea Salerno, Paolo Gentiloni, Concita De Gregorio e Stefano Menichini e Sandro Veronesi. Ma non sono i grandi nomi dell’intellighenzia rossa il vero obiettivo di Veltroni che spera, piuttosto, di arrivare ad avere numerosi corrispondenti Youdem in tutti i Comuni d’Italia: “Ognuno che ha la telecamera può mandare i propri video e avere la possibilità di farli vedere su Sky”. Un progetto piuttosto populistico che punta a una tv di partito “plasmata da chiunque”. Questo – ovviamente – non impedirà al segretario di tenere un appuntamento fisso giornaliero: ogni mattina tra le 10.20 e le 11 Veltroni sarà in diretta.

La posta in gioco Il sogno di una televisione di partito è sempre stato caro a Veltroni. Ora ci gioca la faccia. Dopo aver perso il legame con la piazza il centrosinistra cerca di recuperare il terreno perduto con i nuovi media. Una scommessa importante. La posta in gioco è – senza dubbio – alta. Ai telespettatori l’ultima parola: per fare affondare il progetto di Walter basterà, infatti, un click del telecomando.

printfriendly pdf button - Tv, da martedì "Youdem Tv", la tv del PD via sat
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Tv, da martedì "Youdem Tv", la tv del PD via sat

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL