Tv. Mtv: anche la politica nella nuova programmazione

Parte la trasmissione che suggerirà al Parlamento leggi per i giovani


Sebbene qualcuno potrebbe lasciarsi scappare un “ci mancava solo quello”, la nuova iniziativa dell’emittente televisiva musicale per eccellenza è decisamente curiosa. Nel corso degli anni MTV si è impegnata non solo a diffondere musica e pop-culture, ma anche a sensibilizzare i giovani telespettatori su tematiche importanti come il razzismo, la violenza sulle donne e l’ambiente. Recentemente, in occasione delle imminenti olimpiadi, si è fatta anche portavoce di quei paesi per i quali lo sport è talmente importante da diventare una ragione di vita e per i giovani che, altrimenti, non avrebbero possibilità di esprimersi. Mtv, a partire dall’attuale stagione televisiva si butta in una nuova impresa: ieri, durante la presentazione dei palinsesti autunnali, Antonio Campo Dall’Orto, amministratore delegato della rete, ha dichiarato: “Da settembre, con l’aiuto di uno staff legale, lavoreremo alla prima legge Mtv e il potere di iniziativa sarà dei giovani che avanzeranno proposte su quattro temi: ambiente, lavoro, scuola e riforme istituzionali”. Avanzata la proposta, serviranno 50mila firme per spostarla nell’agenda parlamentare. Per l’a.d. di Music Television il canale deve essere dinamico, crossmediale e innovativo. Alla presentazione sono state annunciate molte altre novità, ma anche qualche conferma come Very Victoria, condotto da Victoria Cabello, bella, brava e intraprendente (sarà per questo che tutti la vogliono nel proprio palinsesto?). Rimane anche Il Testimone con Pif e Loveline, anche se non sarà più condotto da Camila Raznovich, volto storico dell’emittente, recentemente passata alla Rai. Tra le novità spicca My Best Friend Forever, un reality che mette in palio il cuore di Paris Hilton: ma qualcuno lo vorrà davvero? (Silvia Bianchi per NL)

printfriendly pdf button - Tv. Mtv: anche la politica nella nuova programmazione