Tv. Non solo calcio. Anche il tennis sul piccolo schermo fonte di business

A fronte di un costo complessivo, dalla sua nascita, di circa 12 milioni di euro e di un budget annuale di 3 milioni di euro, il canale tv SuperTennis, controllato dalla Fit (Federazione Italiana Tennis), ha generato 66,4 milioni di euro.

E’ quanto emerge da un’analisi effettuata da Sda Bocconi, e riferita dal quotidiano Italia Oggi (edizione 31/01/2013), nella quale è stato valutato l’impatto del canale televisivo, nato nel novembre del 2008 e visibile sul satellite e sul digitale terrestre, sulle attività della Fit (Internazionali Bnl di Roma, iscrizioni ai circoli tennis, affitto dei campi, iscrizioni ai tornei, etc.). Soddisfatto Angelo Binaghi, presidente della Fit, che ha parlato di investimento ampiamente ripagato e di “un risultato notevole, tenuto conto che SuperTennis, essendo un’iniziativa della Fit, non ha finalità commerciali, ma serve per promuovere il movimento tennis in Italia. Gli effetti positivi, (…) in quattro anni, sono nell’ordine di 54 milioni di euro”. Se si guarda ai risultati del canale tv, SuperTennis nel 2012 ha registrato una crescita rispetto al 2011 in termini di ascolto medio (+41%) e di contatti netti (+ 27%), e la raccolta pubblicitaria dello scorso anno si è attestata su circa 450 mila euro. (D.A. per NL)
 
Send Mail 2a1 - Tv. Non solo calcio. Anche il tennis sul piccolo schermo fonte di business

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL