Tv. Premium punta alla Serie A e vuole diventare la casa del calcio

Premium casa del calcio: il nuovo a.d. della pay tv di Mediaset Marco Leonardi e il direttore dei contenuti Yves Confalonieri smentiscono fermamente le voci sullo smantellamento del palinsesto sportivo e, anzi, rilanciano il progetto di Premium incentrato sul calcio. Secondo quanto dichiarato a ItaliaOggi, Leonardi si dice sicuro che Premium la spunterà nella prossima asta per i diritti tv della Lega Serie A e non sembra affatto preoccupato dell’opzione lanciata da Cairo di creare un canale proprietario della Lega: “un’ipotesi difficile da realizzare in dieci mesi”. Certo è che per rimanere “la casa del calcio”, almeno per il trimestre 2018-2021, Premium deve necessariamente accaparrarsi i diritti del calcio nazionale considerato che ormai la Champions è di Sky. Intanto, nonostante da più parti si ipotizzasse la vendita dei diritti della competizione europea per fare cassa, Premium si tiene stretta l’ultimo anno di Champions: “I diritti della Champions League 2017-2018 sono una esclusiva assoluta Mediaset Premium – dice Leonardi – non verranno ceduti in comproprietà né a Sky, né a nessuna telco. Abbiamo perso l’asta della Champions 2018-2021 pur offrendo più della volta scorsa. Lo accettiamo, ma tra tre anni ci riproveremo”. Gli fa eco Yves Confalonieri che assicura che le finestre in chiaro non aumenteranno affatto. A rimarcare l’importanza del calcio per Premium si aggiunge l’intenzione di non differenziare l’offerta con altri sport, come i motori, per i quali la pay tv di Mediaset intende rinnovare gli accordi con i canali di Eurosport. (P.B. per NL)

printfriendly pdf button - Tv. Premium punta alla Serie A e vuole diventare la casa del calcio