Tv. Ultime rilevazioni ascolti: dipartita Mediaset dal bouquet di Sky senza (sostanziali) contraccolpi. Per entrambi

A seguito dello stop rilevazioni Auditel per la bellezza di 15 giorni, quella che era l’abitudine, il trafiletto che ritrovavamo puntualmente nel giornale, l’evento più che atteso in termini di raccolta pubblicitaria televisiva, ha subito l’inevitabile inversione di marcia: l’uso consolidato da decenni (Auditel sforna dati dal lontano 1987) è stato soppiantato dal silenzio, dall’incertezza.

E allora come non guardare con vivo interesse alla media mensile dei dati Auditel di settembre, che potrebbe costituire l’ultimo scoglio cui aggrapparsi in futuro, soprattutto se i soci Auditel procederanno con la sostituzione del panel, con una conseguente prosecuzione dell’oscuramento dati per almeno 5 mesi. Settembre, poi, è stato un mese molto particolare, considerando che, proprio in quei giorni, abbiamo assistito alla dipartita del Biscione dalla piattaforma Sky, dopo che Mediaset, a colpi di retransmission fee, ha bellamente deciso di oscurare il segnale di Canale 5, Italia Uno e Rete 4. Ed era lecito chiedersi chi, fra i due titani, ci avrebbe rimesso dopo la separazione (poco) consensuale. L’interrogativo trova risposte inequivocabili nelle ultime rilevazioni Auditel, anche se è opportuno fare preventiva distinzione fra l’orario pomeridiano e quello serale. Di giorno, nel regno di telefilm, telenovelas e della “tv di compagnia” con l’immortale D’Urso, il pubblico pay ha disertato Mediaset che ci ha rimesso ben due punti di share (in soldoni, poco meno di uno spettatore su dieci). Se si passa all’orario serale si assiste, invece, ad un cambio di rotta: le ultime rilevazioni mostrano un aumento di interesse per Canale 5 (rispetto al lontano settembre 2014), che ha guadagnato ascolti sia in prima (+1,4 punti) e seconda serata (+2 punti); Italia Uno, invece, ha perso un punto in meno in prima serata, -1,6 punti in meno in seconda serata e parimenti Rete 4 si ritrova con -0,5 punti sulle 24 ore, sicché il risultato va in pari. A conti fatti si può supporre che, staccandosi da Sky, Mediaset ci abbia rimesso con “l’ascolto di zapping”, quello cui ci si abbandona navigando nell’incertezza tra le varie offerte prospettate dal decoder. Evidentemente l’offerta di reality e telefilm prospettata dalla Sky è più che sufficiente a mantenere accesa la fiamma di interesse del pubblico pay, che non accenna ad abbandonare la piattaforma a pagamento per programmi ormai desueti, incastonati nell’offerta generalista. mediaset fiction - Tv. Ultime rilevazioni ascolti: dipartita Mediaset dal bouquet di Sky senza (sostanziali) contraccolpi. Per entrambiMediaset ha tuttavia dimostrato un’ottima resilienza nel prime time, andando sul sicuro con la programmazione di storici cavalli di battaglia su Canale 5, come il Grande Fratello, il classico spettacolo che il pubblico si ripromette di non vedere, per poi cedere alla solita curiosità che contraddistingue da sempre l’essere umano. Più fragile l’audience di Italia Uno e Rete 4, quantomeno perché basati su generi di cui Sky è stracolma. A quanto si apprende dalle rilevazioni, tuttavia, l’addio di Mediaset dalla piattaforma Sky non ha prodotto lo scossone tanto temuto, se non una discreta variazione su Italia Uno. Interessante anche osservare che sorte hanno subito i canali che sono subentrati a quelli del Biscione nella numerazione di Sky: al 104 è sbarcato Rai 4, e i suoi ascolti nel settembre 2015 (0,89% di share sulle 24 ore) sono esattamente uguali a quelli del settembre 2014; al 105 c’è Sky Uno, che ha duplica la sua presenza (è anche al 108) ed ha mostrato un complessivo 0,3% sulle 24 ore e 0,54% in prime time; al 106 troviamo Fox, che duplica anch’esso la sua presenza (è pure al 112), ma conferma il dato del settembre 2014: 0,22% di share sulle 24 ore. Dall’ultima raccolta dati si può evincere che il totale dei canali editi da Sky (nei quali non è ancora compreso la recente acquisizione di Mtv8) abbia guadagnato ascolti in settembre 2015 sia nelle 24 ore (+0,6 punti per un totale di 5,72% di share), sia in prima serata (+0,5 punti a 6,42%): Sky ha sicuramente reagito positivamente all’abbandono di Mediaset, non vi sono rilevazioni tali da poter ipotizzare uno stabilizzarsi della piattaforma a seguito della separazione tra i due gruppi. I canali Rai regnano comunque incontrastati nel prime time Auditel con oltre 9 mln di telespettatori, seguiti da quelli Mediaset con 8,1 mln. La7 sale al 3,85% in prima serata, e le novità del canale Mtv8 non tardano ad attirare gli ascoltatori (0,87% sulle 24 ore 0,95% in prima serata). Ancora molto da lavorare, infine, su Deejay tv (0,79% in prime time) di Discovery, e su Gazzetta Tv, che con il suo 0,18% sulle 24 ore tarda ad esaudire le aspettative iniziali. (S.F. per NL)
printfriendly pdf button - Tv. Ultime rilevazioni ascolti: dipartita Mediaset dal bouquet di Sky senza (sostanziali) contraccolpi. Per entrambi