Agcom, relazione annuale. Radio: “Ottimi risultati nello streaming web e nel podcast. Attività sul mobile in costante evoluzione”

iphone radio20fm - Agcom, relazione annuale. Radio: "Ottimi risultati nello streaming web e nel podcast. Attività sul mobile in costante evoluzione"
Nella sua Relazione annuale, Agcom dedica attenzione al mezzo radiofonico, rilevando da subito come “Nel 2008, dopo anni di crescita continua, si contrae, sia pure in misura minima, l’ascolto complessivo della radio nel giorno medio, stimato in 38,3 milioni di ascoltatori. Il tasso di penetrazione del mezzo radiofonico è comunque molto elevato, pari al 73,26% della popolazione italiana con età superiore agli undici anni. La frequenza generica degli ascolti nei sette giorni si consolida, rispetto al 2007, raggiungendo i 46,28 milioni di ascoltatori”. Quanto alle controverse indagini sull’ascolto, “Audiradio ha fornito i primi dati del 2009, relativi al bimestre gennaio-febbraio. La diffusione dei dati d’ascolto è stata posticipata di due mesi a causa dell’introduzione di alcune novità metodologiche relative all’innalzamento della soglia di pubblicazione dei dati da 24 a 30 casi nel giorno medio ed all’avvio di un’indagine integrativa, in via sperimentale, svolta tramite panel-diari, basata su 3000 casi rilevati nel primo semestre, cui se ne aggiungeranno altrettanti nel secondo periodo”, spiega l’organo di garanzia. “La società Audiradio, per evitare una possibile disomogeneità dei dati provenienti dai diari rispetto a quelli telefonici, ha adottato un sistema unico di elaborazione e pubblicazione, attraverso il nastro unico di pianificazione in cui il dato dei 7 giorni, prodotto da fonti diverse, è reso comparabile tramite un processo di "iniezione" che tiene conto dei “comportamenti di ascolto” e dei parametri socio demografici dei soggetti intervistati. In particolare l’estensione del risultato sui 7, 14, 21 e 28 giorni tramite il supporto di panel diari, per le quattordici emittenti nazionali che hanno aderito al nuovo sistema, è stata accolta favorevolmente dalle agenzie in quanto tale estensione permetterà un potenziale ampliamento della pianificazione delle campagne pubblicitarie sul mezzo radio. Le emittenti che hanno optato per la rilevazione tramite panel diari, sono le tre Radio Rai, R 101 del gruppo Mondadori, RDS, RTL 102.5, le tre emittenti del gruppo Finelco, 105, RMC, e radio Virgin, le tre reti del gruppo editoriale l’Espresso, Deejay, Capital ed m2o, Radio 24 e Radio Margherita. Non hanno aderito tra i network – al momento – Radio Italia Solo Musica Italiana e Radio Kiss Kiss, entrambe legate a Radio e Reti. Sebbene la stessa Audiradio abbia specificato la non confrontabilità del dato con quello degli anni precedenti, dall’analisi del bimestre risulta che gli ascoltatori complessivi della radio sono pressoché invariati (38.453.000 nel giorno medio, e 47.887.000 nei 7gg su una base popolazione di 53.483.000), mentre si assiste ad un lieve calo, complessivo, di tutti i iphone radio20fm 1 - Agcom, relazione annuale. Radio: "Ottimi risultati nello streaming web e nel podcast. Attività sul mobile in costante evoluzione"soggetti maggiori. Analizzando ciò che emerge dall’indagine panel-diari, il dato più interessante è rappresentato dalla curva degli ascolti delle principali emittenti nel medio-lungo periodo”. Nel merito, “Se Radio Uno resta leader nell’intero mese con oltre 18.000.000 di contatti nei 28 giorni, la sua quota percentuale decresce progressivamente rispetto al valore complessivo degli ascolti delle emittenti iscritte all’indagine, nei diversi periodi considerati. Diversamente per Radio Due e Radio Tre la quota percentuale di ascoltatori misurata nei 7,14,21 e 28 giorni risulta essere costante. Il diverso andamento degli ascolti nei periodi 7,14,21 e 28 giorni è evidente anche per le emittenti private”. Il mercato radiofonico, continua Agcom, ha registrato una performance su base annua sostanzialmente stinternet radio202 1 - Agcom, relazione annuale. Radio: "Ottimi risultati nello streaming web e nel podcast. Attività sul mobile in costante evoluzione"abile rispetto all’anno precedente, sia in termini di ascolti che di raccolta pubblicitaria. L’osservatorio FCP-Assoradio ha raccolto i dati relativi all’andamento del fatturato: l’andamento progressivo del periodo gennaio-dicembre 2008 rispetto all’uguale periodo del 2007 ha segnato un incremento del + 1%, con un volume di poco superiore ai 400 milioni di euro (al netto anche dello sconto d’agenzia) con la tendenza al progressivo peggioramento dei ricavi pubblicitari in corso d’anno, aggravatasi nell’ultimo trimestre del 2008. L’andamento progressivo del periodo gennaio-marzo 2009 rispetto al corrispondente periodo del 2008 ha segnato una contrazione del 20%, con un volume totale inferiore agli 80 milioni. Tali risultati, come per altri settori, vanno inquadrati, secondo Agcom, “nel difficile contesto generale di mercato. Il cambiamento del ciclo economico ha infatti indotto molti investitori a ridurre i budget di spesa ed a rinviare i lanci di nuovi prodotti”. Sotto il profilo delle strategie di business, nell’anno 2008 da parte dei più importanti gruppi editoriali si assiste alla forte accelerazione impressa allo sviluppo delle attività multimediali, realizzate in modo sinergico e complementare al mezzo radiofonico. Ciò ha consentito ai grandi gruppi di rafforzare il ruolo delle più importanti emittenti su tutte le nuove piatblackberry 1 - Agcom, relazione annuale. Radio: "Ottimi risultati nello streaming web e nel podcast. Attività sul mobile in costante evoluzione"taforme distributive, raggiungendo ottimi risultati in aree quali lo streaming web ed il podcast". "I social network delle principali emittenti radiofoniche – rileva il controllore delle tlc – coinvolgono ormai molte migliaia di utenti mensili e ciò consente lo scambio e la diffusione di contenuti tra i membri della community Internet". Sul fronte delle nuove tecnologie, Agcom pone l’accento su quella che ormai è certo essere la radiofonia digitale veramente condivisa (in altra parte della relazione alla tecnologia DAB+/DMB vengono dedicate poche righe), sottolinenando come "L’attività sul mobile è sempre in costante evoluzione e si è sviluppata, da un lato, con l’arricchimento dell’offerta di programmi fruibili sui cellulari tradizionali attraverso il podcasting e, dall’altro lato, con il lancio di nuove applicazioni per i terminali che consentono agli utenti di interagire con i programmi in onda e di consultare contenuti digitali ad essi collegati. Sotto questo profilo, la radio si dimostra il mezzo che più di altri è in grado di superare la unidirezionalità del rapporto con l’utente, integrandosi in altri dispositivi e sempre più in grado di sfruttare le potenzialità offerte dallo sviluppo multimediale e multipiattaforma. Ciò determina la possibilità, per gli editori, di destinare in maniera sempre più incisiva l’offerta verso specifici target di ascolto. La fornitura integrata di contenuti, realizzata attraverso la digitalizzazione degli stessi, costituisce una grande opportunità che può consentire al settore radiofonico di superare, con maggiore agilità, l’attuale crisi economica che, come abbiamo visto, ha coinvolto inevitabilmente, in misura maggiore, i mezzi di comunicazione tradizionali".
printfriendly pdf button - Agcom, relazione annuale. Radio: "Ottimi risultati nello streaming web e nel podcast. Attività sul mobile in costante evoluzione"
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Agcom, relazione annuale. Radio: "Ottimi risultati nello streaming web e nel podcast. Attività sul mobile in costante evoluzione"

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO