Da agenzia fotografica a società di produzione cinematografica e televisiva: LaPress diventa LaPress Media

L’agenzia entra nel mondo della produzione cinematografica e televisiva (reality, varietà e fiction). In programma la gestione di un numero ristretto di star. Obiettivo: arrivare, entro il 2010, a 100 milioni di euro di fatturato


Marco Durante ha annunciato novità per LaPresse, la sua (ex) agenzia fotografica. A partire dal nome, che sarà LaPresse Media, il più importante cambiamento riguarda la volontà di entrare nel mondo della produzione cinematografica e televisiva, gestendo selezionate superstar nostrane. La sede centrale sarà a Roma e il presidente sarà Geppino Afeltra che da anni organizza eventi e ha seguito per dieci anni, a livello discografico, Gigi D’Alessio e cura oggi gli interessi di Amedeo Minghi, Pquadro e Eugenio Bennato. Spiega Durante a proposito di Afeltra: “Lui è l’uomo cardine di questa operazione, mi consente di muovermi con successo in un mondo per me nuovo, ma dove voglio portare la mia credibilità che è testimoniata dalle decine di contratti che abbiamo con tutti i giornali d’Italia”. L’agenzia si doterà anche di un ufficio stampa al fine di promuovere i suoi prodotti che saranno reality, format di varietà e fiction. Questo nuovo team non è sprovvisto di esperienza. Al contrario ci sono stati decisivi contributi alla produzione di Juventus Channel e alla gestione dei diritti televisivi di Speedcar series e Ferrari Challenger. L’obiettivo per LaPresse è arrivare entro il 2010 a 100 milioni di euro di fatturato, partendo dagli attuali 60. “Non è fantascienza”, precisa Durante, “una fiction viene pagata anche 1 milione di euro a puntata. Credo sia per noi un passo in avanti necessario. Anche perché in un tempo molto breve le videocamere ad alta definizione saranno in grado di offrire fermo immagine di qualità fotografica. Quindi essere fuori da questo mercato vuol dire essere fuori anche dal mercato fotografico del futuro”. I prodotti offerti dall’agenzia sono già stati presentati in Rai e a luglio saranno esposti in Mediaset. I cantieri sono già aperti per la produzione cinematografica. Da poche settimane, infatti, si sono concluse a Cinecittà le riprese di Vision, film interamente girato in inglese e diretto da Luigi Cecinelli. La cerchia dei personaggi messi sotto contratto dall’agenzia sarà ristretta, conosceremo i loro nomi a settembre quando LaPress Media organizzerà a Roma un evento di presentazione. Spiega ancora Durante: “Saranno una decina al massimo, presentatori, attori e magari giovani particolarmente di talento. A tutti loro offriremo un servizio completo al 100%. Due persone dedicate, che si occuperanno di farli partecipare ai provini, ai casting e di ottenere per loro contratti di sponsorizzazione. Senza dimenticare l’ufficio stampa. L’unica condizione è che si affidino completamente a noi, niente codazzi quindi”. E a chi gli ricorda il fatto che da settimane i giornali riportano le polemiche sulle raccomandazioni televisive provenienti dall’alto, Durante risponde così: “Non mi sono mai schierato con nessuno e per questo lavoro con tutti. Questo è il mio credo e non lo cambierò certo ora. E per gli artisti di certo è un vantaggio”. (Sara Fabiani per NL)

printfriendly pdf button - Da agenzia fotografica a società di produzione cinematografica e televisiva: LaPress diventa LaPress Media