Diritto d’autore, Assumma (SIAE): per i diritti Internet ci vuole un accordo

La Siae non vuole in alcun modo ostacolare la libera diffusione delle opere. Mira invece a un sistema che, continuando a favorire il progresso della Cultura, da tale diffusione garantito, non sacrifichi i diritti degli autori”.

Lo ha affermato il presidente della Siae, Giorgio Assumma nel corso di un’intervista pubblicata oggi sul quotidiano Il Messaggero, precisando che : “La repressione non basta, bisogna piuttosto educare alla legalità. Internet è un eccezionale strumento di circolazione delle opere, offre a tutti la possibilità di accedere a prodotti dell’ ingegno di qualsiasi specie (teatro, musica, letteratura….) (…) Bisogna indurre i giovani alla fruizione corretta di musica, cinema, arte in genere; far loro comprendere, senza colpevolizzarli, che ‘scaricando’ canzoni o film da Internet tolgono agli autori, lavoratori a pieno titolo, il frutto stesso del loro impegno. Bisogna far capire che gli autori hanno diritto allo stipendio come tutti”. “La pirateria-ha continuato-danneggia i grandi autori, ma soprattutto i giovani. Chi scarica illegalmente depaupera, infatti, le imprese che investirebbero nel domani; sottrae risorse agli investimenti finalizzati a scoprire e valorizzare ‘i nomi’ del futuro”. E ha ribadito: “Non stiamo affatto ipotizzando una tassa sull’abbonamento a Internet. Proponiamo invece di promuovere forme di abbonamento a servizi legali di distribuzione di musica e film. E’ un approccio costruttivo, che offre al pubblico alternative legittime ed economicamente sostenibili. Su questo fronte, stiamo lavorando con le associazioni di categoria, con gli Internet Provider e con il Comitato contro la Pirateria”. La Siae – ha concluso Assumma – si batte non per una tassa, ma per un accordo quadro con i grandi provider e le maggiori compagnie di telefonia mobile. Una percentuale da concordare, proporzionale agli introiti delle suddette, riuscirebbe a dare minimamente a Cesare ciò che è di Cesare. Non possiamo continuare a mortificare gli autori. Chi crea, in genere vive della propria creazione. E anche se il motore di essa è generalmente inestirpabile, mai vorremmo che anche uno solo smettesse, per mancanza di introiti, di scrivere, comporre, fare arte”. (fonte SIAE)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Diritto d'autore, Assumma (SIAE): per i diritti Internet ci vuole un accordo

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL