Diritto societario – Riforma fallimentare – Le soglie di fallibilità alla luce del decreto correttivo della riforma del diritto fallimentare

Riscritto completamente l’art. 1 L.F. Rivisti i requisiti dimensionali previsti per l’esclusione del fallimento e previsione che l’onere della prova del possesso congiunto delle soglie di fallibilità gravi sul debitore


di Daniele Fico, Dottore commercialista in Firenze, Revisore contabile
da Il Quotidiano Giuridico – Quotidiano di informazione e approfondimento giuridico N 17/10/anno 2007
Il D. Lgs. 12 settembre 2007, n. 169, (pubblicato in G.U. 16 ottobre 2007, n. 241) contenente disposizioni correttive ed integrative del D. Lgs. 9 gennaio 2006, n. 5, attuativo della riforma del diritto fallimentare, ha riscritto completamente l’art. 1 L.F., rivedendo i requisiti dimensionali previsti per l’esclusione del fallimento e prevedendo che l’onere della prova del possesso congiunto delle soglie di fallibilità gravi sul debitore.

printfriendly pdf button - Diritto societario - Riforma fallimentare - Le soglie di fallibilità alla luce del decreto correttivo della riforma del diritto fallimentare
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Diritto societario - Riforma fallimentare - Le soglie di fallibilità alla luce del decreto correttivo della riforma del diritto fallimentare

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO