DTT, le autorizzazioni e gli LCN di Sportitalia a Lt Multimedia (ex Sitcom). A.d. acquirente: potenzieremo l’offerta

I canali televisivi di Sportitalia finiscono al gruppo romano Lt Multimedia (ex Sitcom), editore dei canali Arturo (LCN 221) e Nuvolari (LCN 222) veicolati sul DTT e Marco Polo, Alice e Leonardo trasportati sulla piattaforma sat di Sky.

Vito Potenza, curatore fallimentare della società per azioni Maroncelli 9 (già Interactive Group Spa) ha infatti assegnato ieri, dopo un’asta al rialzo (cui hanno partecipato altri due competitori), i titoli autorizzatori relativi ai marchi palinsesti Sportitalia, Sportitalia 2 e Sportitalia 2 (prodotti materialmente realizzati dalle società del gruppo Edb Media ed Edb Service) all’editore romano, attivo sia in tv che nella carta stampata tradizionale. Valter La Tona, a.d. di Lt Multimedia (soggetto giuridico controllato da Lt Holding), spiega così l’acquisto delle autorizzazioni per la fornitura di servizi di media audiovisivi cui sono associati gli appetibili LCN 60, 61 e 62 del digitale terrestre, che attualmente ospitano la programmazione dei tre canali fondati da Bruno Bogarelli (e non è detto che non saranno destinati ad altri prodotti tv del gruppo nell’ambito di un piano di riordino editoriale). Il gruppo Lt Multimedia – che sul digitale e’ presente con i canali Nuvolari, Alice, Leonardo, Marcopolo e Arturo – arricchisce così il suo peso di editore televisivo allargando l’offerta a un nuovo target di pubblico e annuncia l’intenzione di non rinunciare alla programmazione sportiva a marchio Sportitalia avviata nel 2004 con la partnership tra Tarak Ben Ammar ee Eurosport. "I nostri canali sono posizionati sul segmento familiare e sul femminile – spiega il manager – vogliamo rafforzarci nel maschile". Dirimente sarà a questo punto l’acquisizione del marchio Sportitalia (concesso in uso al gruppo di Bruno Bogarelli) per la quale ci si siedera’ al tavolo con la Prima Tv di Tarak Ben Ammar, titolare dello stesso: "Penso ci siano opportunita’ reciproche per entrambi – aggiunge La Tona – l’obiettivo e’ rafforzare il brand Sportitalia nel suo insieme e questo presuppone una partnership a cui lavoreremo. Il posizionamento dei canali 60,61,62 sul digitale terrestre lo abbiamo ritenuto importante e strategico: riteniamo che Sportitalia possa continuare ad avere un offerta sportiva complementare a quella di Rai e che questa proposta possa avere un futuro". In base ai dati Auditel di giugno, i tre canali appartenenti fino ad oggi alla società Maroncelli 9 (già Interactive Group) hanno raccolto lo 0,59% in termini di share sulle 24 ore con oltre 100mila telespettatori in media nel prime time (ascolto medio sulle 24 ore sotto i 70mila). I cinque canali Lt Multimedia sul digitale terrestre, che hanno una numerazione meno favorevole, hanno registrato a giugno uno share dello 0,28% sulle 24 ore e un ascolto medio di 33mila. La base d’asta, conseguente alla presentazione al curatore di una offerta irrevocabile di acquisto, era stata fissata, per il lotto intero, al prezzo di €. 1.000.000. Le manifestazioni d’interesse erano state stimolate dal fallimento con l’apertura, nel mese di marzo, della “data room” presso i locali di Via Tazzoli a Milano. (R.R. per NL)
printfriendly pdf button - DTT, le autorizzazioni e gli LCN di Sportitalia a Lt Multimedia (ex Sitcom). A.d. acquirente: potenzieremo l'offerta