Editoria. Cairo Communication: bene la raccolta nel primo trimestre; le attese: +4% per la tv e +15% per i periodici

Il CdA di Cairo Communi­cation ha approvato il 14 marzo il bilancio consolidato del 2015, che conferma i dati già riportati nel resoconto interme­dio di gestione al 31 dicembre approvato il 12 febbraio scorso.

Negli scorsi dodici mesi, quindi, il grup­po guidato da Urbano Cairo ha continuato a conseguire risultati molto positivi nel settore dell’edi­toria periodica e ha perseguito il consolidamento dei risultati de­gli interventi di razionalizzazio­ne dei costi del settore editoria­le televisivo (La7), implementati nel 2013/2014: i ricavi consolida­ti lordi sono stati pari a 260 milio­ni di euro (277,6 milioni nel 2014); il margine operativo lordo (Ebit­da) e il risultato operativo (Ebit) consolidati sono stati pari a 17,6 milioni e 9,3 milioni di euro (era­no, rispettivamente, a quota 28,2 e 23 milioni nel 2014); il risulta­to netto consolidato è stato pari a 11,1 milioni di euro (23,8 nel 2014); Ebitda ed Ebit del setto­re periodici sono stati pari a 14,6 e 13,5 milioni di euro (+6,1% e +7,7% rispetto al 2014); il settore televisivo (La7) ha conseguito un Ebitda positivo di circa 1,6 milio­ni di euro. L’andamento della rac­colta nel primo trimestre 2016 è positivo: sulla base del portafo­glio ordini acquisito alla data del 14 marzo 2016, per la pubblici­tà trasmessa e da trasmettere sui canali La7 e La7d nel primo tri­mestre 2016, pari a circa 35,8 mi­lioni di euro, i ricavi conseguiti nel trimestre analogo dell’eser­cizio 2015 (35,2 milioni di euro) sono stati superati, con la previ­sione di conseguire nel trimestre una crescita di circa il 4%. Sempre nel primo trimestre 2016, inoltre, sulla base del portafoglio ordini finora acquisito, pari a 5,1 milio­ni, la raccolta sulle testate perio­diche del Gruppo mostra un an­damento molto positivo, con un incremento di circa il 15% rispet­to ai ricavi conseguiti nel trime­stre analogo dell’esercizio 2015 (4,4 milioni). Nel 2016, il Grup­po Cairo Communication con­tinuerà a perseguire lo sviluppo dei suoi tradizionali settori di at­tività, per il settore editoriale an­che continuando nella strategia di crescita con il lancio di nuove testate; “per tali settori – recita la nota emessa  – nonostante il contesto economico e competi­tivo, in considerazione della qua­lità delle testate edite e dei mezzi in concessione, considera realiz­zabile l’obiettivo di continuare a conseguire risultati gestionali po­sitivi”; e continuerà, inoltre, a im­pegnarsi con l’obiettivo di con­solidare i risultati degli interventi realizzati nel 2013-2015 di razio­nalizzazione e riduzione dei costi del settore editoriale televisivo, per il quale si prevede il conse­guimento, anche quest’anno, di un Ebitda positivo. (fonte Daily Media)
printfriendly pdf button - Editoria. Cairo Communication: bene la raccolta nel primo trimestre; le attese: +4% per la tv e +15% per i periodici