Editoria: Governo sospende tariffe agevolate per i prodotti editoriali. Così, dopo radio e tv locali, anche stampa insorge

In merito al Decreto 30/03/2010 emanato dal Ministero dello Sviluppo Economico che, con effetto immediato, sospende le tariffe agevolate per i prodotti editoriali a partire da oggi, ANES (Associazione Nazionale Editoria Periodica Specializzata) manifesta la propria profonda contrarietà e preoccupazione.

“E’ una decisione gravissima – afferma il Presidente ANES Gisella Bertini Malgarini – che colpisce duramente, in un momento già estremamente difficile, il comparto dei periodici tecnici e specializzati. Le agevolazioni postali sono l’unica concreta forma di contributo dello Stato usufruibile dalle riviste tecniche e specializzate, ossia del principale strumento di informazione e aggiornamento per intere categorie professionali e fondamentale mezzo di comunicazione delle PMI. Questo provvedimento, nei confronti del quale esprimiamo una ferma opposizione, penalizza l’intero mondo dell’editoria e la sua filiera. Oggi – conclude Gisella Bertini Malgarini – non possiamo che prenderne atto, ma richiediamo l’urgente attivazione di un tavolo di discussione con le autorità competenti sia per ripristinare lo strumento delle agevolazioni postali sia per avviare un confronto sulla liberalizzazione del mercato della distribuzione postale”.
printfriendly pdf button - Editoria: Governo sospende tariffe agevolate per i prodotti editoriali. Così, dopo radio e tv locali, anche stampa insorge
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Editoria: Governo sospende tariffe agevolate per i prodotti editoriali. Così, dopo radio e tv locali, anche stampa insorge

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL