Editoria. Il fatturato pubblicitario del mezzo stampa in generale ha registrato un calo del 24% nel bimestre luglio-agosto

Lo rileva l’Osservatorio Stampa della FCP (Federazione Concessionarie Pubblicità). Questo dato è la conseguenza di andamenti diversi all’interno dei mezzi stampa rilevati.

I "quotidiani" in generale hanno registrato una diminuzione di fatturato del -20% ed una diminuzione degli spazi del -5%. La tipologia "commerciale nazionale" ha registrato un – 24% a fatturato ed un +5% a spazio, mentre quella "di servizio" ha visto un -23% a fatturato e un -4% a spazio. La tipologia "rubricata" ha segnato un calo del -9% a fatturato e del -14% a spazio, a fronte dela pubblicità "commerciale locale" che ha ottenuto un -16% a fatturato ed un -7% a spazio. I "quotidiani a pagamento" hanno registrato un andamento simile a quello dei quotidiani in generale, quando quelli "Free Press" hanno segnato andamenti in calo a fatturato (- 28%) e a spazio (-20%). Diminuisce del -28% il fatturato della "commerciale nazionale" e del -27% quello della "locale", mentre gli spazi registrano un andamento rispettivamente del (-22%) e del (-18%). I "periodici" in generale hanno registrato un fatturato in diminuzione rispetto allo stesso periodo del 2008 (- 30%) ed un calo degli spazi (- 22%) e i "settimanali" hanno ottenuto delle variazioni negative sia a fatturato (- 29%) sia a spazio (- 18%). Per i "mensili" si registra una diminuzione di fatturato del -32% e un calo degli spazi – 27% e le "altre periodicità" hanno riportato una flessione sia del fatturato (-17%) che dello spazio (- 22%). 
 
printfriendly pdf button - Editoria. Il fatturato pubblicitario del mezzo stampa in generale ha registrato un calo del 24% nel bimestre luglio-agosto