Escluso il diritto alla riservatezza per chi denuncia un illecito amministrativo

Se richiesto, la P.A. deve consegnare la segnalazione

Ogni soggetto deve poter conoscere con precisione i contenuti e gli autori di esposti o denunce che, fondatamente o meno, possano costituire le basi per l’avvio di un procedimento ispettivo o sanzionatorio, non potendo la p.a. procedente opporre all’interessato esigenze di riservatezza, foss’anche per coprire o difendere il denunciante da eventuali reazioni da parte del denunciato, le quali, comunque, non sfuggirebbero al controllo dell’autorità giudiziaria”. Questo è quanto statuito dal Consiglio di Stato, attraverso la sentenza n. 3601/2007, relativamente alla richiesta di una professoressa che ha chiesto l’accesso ai rapporti informativi inviati da studenti minorenni, genitori e docenti a fronte di un’ispezione ministeriale avviata nei suoi confronti. Tale decisione si pone in controtendenza rispetto a precedenti sentenze emesse dal Consiglio di Stato, in base alle quali il diritto di difesa della parte interessata non sarebbe vincolato alla conoscenza della segnalazione del privato cittadino, posto che quest’ultima produrrebbe il solo effetto di avviare l’istruttoria. In pratica, stando a quanto affermato nella sentenza in questione, la tutela della riservatezza di colui che ha segnalato l’illecito amministrativo soccomberebbe rispetto all’interesse del denunciato a conoscere il contenuto e l’autore della denuncia. Pertanto, ciò comporterebbe sia uno sfavore per le denunce anonime, sia l’inesistenza nel nostro ordinamento di un diritto all’anonimato a favore di chi segnala una trasgressione. Peraltro, invece di affermare o negare aprioristicamente la prevalenza al diritto alla riservatezza del denunciante rispetto al diritto di difesa dell’interessato, la questione si potrebbe risolvere valutando, caso per caso, se la conoscenza dell’esposto del segnalante sia effettivamente necessaria a garantire il diritto di difesa dell’interessato. (D.A. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Escluso il diritto alla riservatezza per chi denuncia un illecito amministrativo

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL