Il Tribunale Milano condanna al pagamento delle spese Ligresti nel giudizio contro Report. Dovrà risarcire Gabanelli e Corsetti

Il Tribunale di Milano dà ragione a ‘Report’ nella causa con Salvatore Ligresti, che ha chiamato in giudizio Milena Gabanelli e la giornalista Giovanna Corsetti accusandole di diffamazione per un servizio andato in onda il 15 ottobre 2006 sulla realizzazione dell’aeroporto di Firenze.

Il Tribunale, con una sentenza emessa martedì scorso, ha respinto le richieste di Ligresti, condannandolo al rimborso del 50% delle spese di giudizio sia di Gabanelli (10 mila 400 euro) che di Corsetti (7 mila 100). Ligresti contestava una frase del servizio nella quale la Corsetti faceva riferimento alla sua “perdita di onorabilità in seguito alle condanne, confermate in Cassazione, per corruzione riguardo gli appalti della metropolitana di Milano, l’accordo Eni-Sai e qualcos’altro”. Affermazione lesiva, secondo Ligresti, che ricorda l’ordinanza del Tribunale di Milano del settembre 2005 che lo aveva riabilitato. Ma per il Tribunale “verificata l’esattezza dell’informazione relativa alle condanne definitive a carico di Ligresti per gli appalti della metropolitana di Milano e per l’accordo Eni-Sai, l’omissione della notizia della riabilitazione di Ligresti, in quanto non costituente un fatto pubblico autonomamente accertabile da parte delle giornaliste convenute, costituisce un’omissione scusabile”. Il giudice considera poi “ininfluenti” le altre “inesattezze lamentate da Ligresti” ovvero che Fondiaria non è di sua proprietà ma ne è presidente onorario e che la Convenzione urbanistica con il Comune di Firenze per l’aeroporto non era stata firmata da Fondiaria ma dal Consorzio Castello. Affermazioni, per il giudice, “ancorché imprecise nella sostanza, non false” e dalle quali “non deriva alcuna lesione alla reputazione o all’onore” di Ligresti. (TMNews)
 
 
 
printfriendly pdf button - Il Tribunale Milano condanna al pagamento delle spese Ligresti nel giudizio contro Report. Dovrà risarcire Gabanelli e Corsetti