La scelta dei direttori dei giornali in Italia “non dipende dal mercato, ma dagli equilibri politici, senza scandali e senza meravigliarsi”

Lo ha affermato il coordinatore del Pdl, Denis Verdini, a ’28 minuti’ su Radiodue, dove ha commentato i cambi al vertice di Corriere della Sera e Sole 24 Ore. Niente contro Ferruccio De Bortoli o Gianni Riotta, ha premesso Verdini, ma "c’e’ un’anomalia grande del sistema italiano: tutti hanno sempre puntato il dito sul conflitto di interessi di Berlusconi, nessuno ha mai guardato l’assetto dell’editoria. Non c’e’ editoria indipendente e i movimenti tra i direttori dei giornali hanno motivazioni diverse".
printfriendly pdf button - La scelta dei direttori dei giornali in Italia "non dipende dal mercato, ma dagli equilibri politici, senza scandali e senza meravigliarsi"