LCN: il rischio di scopare il mare

Agcom ha concluso l’istruttoria sull’ordinamento automatico dei programmi digitali terrestri (logical channel numbering), avviata a seguito della presentazione dell’accordo di (auto)regolamentazione dell’associazione DGTVi.

Dalle dichiarazioni rese dal presidente Agcom in Parlamento (a riguardo del cd. "Decreto Romani" di recepimento della direttiva UE sui media audiovisivi) si è avuta conferma che la questione è arroventata, tanto da chiedere di positivizzare un’apposita norma che attribuisca alla P.A. poteri regolamentari e sanzionatori in materia (allo stato – come da noi più volte osservato su queste pagine – non c’è previsione chiara né per gli uni, né per gli altri). Messaggio ricevuto in maniera forte e chiara, tanto che l’ultima formulazione del D. Lgs. prevede che Agcom fissi i principi regolatori per l’impiego degli LCN e che il MSE-Com assegni le numerazioni sanzionando duramente gli illeciti (si può giungere fino alla sospensione dell’attività). Fatta la legge bisognerà però vedere se il regolatore sarà perspicace e previdente nell’applicarla. Perché il problema LCN non è solo una rogna da digitale terrestre. Per evitare di regolamentare a destra e lasciare la babilonia a sinistra, Agcom dovrà infatti prevedere anche il disciplinamento degli LCN sulle piattaforme satellitari, e, soprattutto, su quelle IP/Web. Perché, prima di quanto i più pensino, il televisore di casa sarà colonizzato da centinaia (forse migliaia) di programmi tv provenienti dal web. E non vorremmo dover ricominciare daccapo con un’altra deriva LCN.
 

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - LCN: il rischio di scopare il mare

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL