MSE-Com, Ispettorati territoriali: interferenze all’aeronautica addio?

Il blog dei funzionari della P.A. denuncia “l’ennesimo scippo di competenze”


Da tempo stiamo dedicando attenzione su queste pagine alle vicende ed alle vicessitudini degli Ispettorati territoriali del Ministero dello Sviluppo Economico-Comunicazioni, nel bene e nel male gli organi con cui gli operatori del settore radiotelevisivo si confrontano più frequentemente (invero, negli ultimi tempi stanno competendo anche comuni e dipartimenti ARPA…).
Oggi torniamo sull’argomento riportando un’altra denuncia lanciata dal blog dei funzionari del MSE-Com che richiama l’attenzione su “un comunicato stampa che descrive un accordo tra l’ENAV e il Dipartimento di P.S. del Ministero dell’Interno. La convenzione impegna la Polizia Postale e delle Comunicazioni e la sicurezza aziendale di ENAV a collaborare per scongiurare attacchi contro le infrastrutture e gli impianti di assistenza al volo”. Detto comunicato, scrivono i funzionari, cita espressamente “lo sviluppo di procedure operative idonee per l’individuazione e la repressione di atti di interferenza illecita nelle radicomunicazioni aeronautiche“. mentre “da nessuna parte si cita il Ministero o gli Ispettorati Territoriali, che pure gli organismi coinvolti dovrebbero ben conoscere”. “Come potrà – si chiede il blog – la Polizia Postale operare il controllo dello spettro radioelettrico senza la collaborazione di chi questo lavoro lo svolge da sempre? Singolare è anche il fatto che si ignori completamente una legge (anche questa ben conosciuta dagli addetti ai lavori), la 110/83, che incarica espressamente il Ministero di questo tipo di attività. Delle due l’una: o la Polizia intende attrezzarsi in proprio per fare il nostro lavoro, oppure intende continuare ad avvalersi di noi, ma in via “informale”, come sempre, riservandosi l’onore delle cronache… Ci piacerebbe sapere cosa ne pensano le alte sfere ministeriali di questo ennesimo “scippo” di competenze, passato ancora una volta sotto silenzio… Una cosa è certa: la ricerca interferenze fa parte del nostro patrimonio professionale, è un lavoro difficile e delicato: non possiamo lasciare che questa esperienza venga ignorata o dimenticata, oltretutto con il concorso di chi se ne è sempre servito”.

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - MSE-Com, Ispettorati territoriali: interferenze all’aeronautica addio?

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL