NEWSLINET.IT: Newsletter n. 839 del 17/02/2016

newsletter newsline logo1 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 839 del 17/02/2016 newsletter title11 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 839 del 17/02/2016 newsletter topright3 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 839 del 17/02/2016
Pubblicati i dati dell’indagine Radio Monitor by Eurisko e riferiti al secondo semestre dell’anno 2015 (oltre ai dati complessivi annuali).
Secondo un complesso che non mostra discostamenti rilevanti, leader di ascolti si conferma, ancora una volta, RTL 102.5 che colleziona 6.863.000 utenti nel periodo in esame, con un aumento pari a quasi il 2% rispetto
elite banner 9b 2 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 839 del 17/02/2016
annunci radiotelevisivi newsletter - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 839 del 17/02/2016
xchange banner nl7 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 839 del 17/02/2016
banner Elite4 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 839 del 17/02/2016
 
Il recente avvicendamento in posizioni importanti della numerazione automatica del telecomando (LCN) ha determinato un affinamento delle procedure di valutazione economica dell’asset cui l’identificatore è sotteso (l’autorizzazione per la fornitura di servizi di media audiovisivi).
 
L’Antitrust, come era prevedibile, vuole approfondire l’operazione Mediaset-Finelco (holding che controlla Radio 105, RMC, Virgin Radio Italy), che segna l’ingresso in forze del maggiore player tv italiano nel comparto radio, dove, fino a pochi mesi fa, aveva una presenza marginale attraverso la partecipazione diretta (80%) ed indiretta (20%, attraverso Mondadori) in Monradio, società che edita la rete nazionale R 101.
Conclusa anche la procedura per la Liguria relativa alla presentazione delle domande volte ad ottenere le misure economiche di natura compensativa per il rilascio volontario delle frequenze televisive interferenti ai sensi del D.M. 17/04/2015, attuativo dell’art. 6, c. 9, del D.L. 145/2013, convertito dalla L. 9/2014, come modificata dall’articolo 1, comma 147, della L. 190/2014.
Dopo cinque anni di passione, il mezzo radiofonico torna alla ribalta: forti aspettative, anche se i livelli pre-crisi sono ancora ben lontani. E in Europa siamo comunque sotto la media.

banner SIT b9 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 839 del 17/02/2016
banner Elite4 0 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 839 del 17/02/2016
banner Radio Mondo9 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 839 del 17/02/2016
Al dunque la nomine delle reti Rai: domani infatti, a quanto rende noto Adnkronos, il dg Antonio Campo Dall’Orto porterà in consiglio alcuni nomi.
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 839 del 17/02/2016
E’ firmata da Roberto Fico la proposta di legge presentata oggi e che vieta le pubblicità rivolte ai minori di 10 anni, adeguandosi alla linea già presa da altri paesi.
Great Big Story, il nuovo sito creato ad hoc per giovani e social, in 5 mesi ha già 9 milioni di utenti. È finanziato interamente da Cnn ma ne è indipendente: sul portale e sull’applicazione non compare nemmeno il marchio dell’emittente.
Il testo del Mise sulla banda ultra larga viene approvato dal Cdm, ma solo “a metà”: Anas e Ministero dei Trasporti chiedono maggiore coordinamento. Asstel: “schizofrenia politica”.
Nel giorno del suo 40esimo compleanno l’emittente festeggia lo straordinario primato di audience nel secondo semestre 2015. I nuovi dati Radio Monitor, pubblicati da GFK e relativi al secondo semestre e all’intero anno 2015, fa sapere un comunicato dell’emittente, "evidenziano la straordinaria performance di Radio 105 nel quarto d’ora medio, proprio nella giornata celebrativa del suo 40esimo compleanno".
"Il dato annuale fornito da Radio Monitor di Eurisko consolida la seconda posizione di Rds" ha dichiarato il Presidente di Rds Eduardo Montefusco (foto) alla pubblicazione delle rilevazioni dell’istituto di ricerca sull’ascolto radiofonico italiano.
La web company sceglie il cloud per riuscire a supportare la forte crescita dell’utenza. Dopo sette anni di lavoro, Netflix ha completato la migrazione dei suoi contenuti dai data center al cloud.
In ritardo il decreto ministeriale che doveva stabilire le modalità per il pagamento del canone in bolletta; Assoelettrica lamenta ancora diversi dubbi irrisolti e intanto si alimenta la polemica creando confusione fra le attuazioni della norma e l’equità della stessa.
L’accordo tra BeIn Sports e Canal+ sembra essere stato raggiunto: obiettivo comune rallentare l’ascesa del nuovo concorrente Altice; si attende ora il consenso dell’Antitrust locale.
Secondo le stime della società Nielsen, i motori di ricerca si aggiudicano il peso pubblicitario maggiore nel comparto digitale nel 2015, con un valore complessivo di 721,6 mln di euro, pesando per il 34,3% sull’intero mercato online.
Time Warner rivela i risultati del suo servizio streaming a pagamento per il primo anno, ma i risultati medi sembrano essere nettamente inferiori al diretto concorrente.
Per Radio 24 si chiude un 2015 con un binomio di record in termini di ricavi e raccolta pubblicitaria: l’emittente radiofonica del Gruppo 24 Ore chiude i conti 2015 con ricavi a +20% circa, Ebitda quasi sestuplicato con un’Ebitda margin del 16% circa e, per la prima volta nella sua storia, un risultato operativo positivo pari al 12,5% del fatturato.
Mentre il Biscione si prepara ad assumere la partecipazione di maggioranza del gruppo Finelco (che controlla le emittenti nazionali Radio 105, Virgin Radio e RMC), si attende entro marzo l’ok dell’Antitrust sull’accordo sulla successione nelle quote.
La rete nazionale Radio 105, di proprietà del gruppo milanese Finelco (le cui quote di minoranza – con opzione per la maggioranza – sono state recentemente acquisite da Mediaset), domani compirà 40 anni e festeggerà con musicisti, scrittori, attori e storici dj dell’emittente.
Il nuovo servizio Box Sets consentirà di vedere più di 300 titoli. A breve il nuovo decoder My Sky Hd, con cui sfruttare il nuovo Sky Q, con contenuti sincronizzati su più device.
Si celebra oggi la Giornata Mondiale della Radio, istituita dall’Unesco nel 2012 per ricordare l’anniversario della prima trasmissione radiofonica delle Nazioni Unite avvenuta il 13/02/1946.
Il quotidiano britannico The Independent (nato nel 1986 ed oggi di proprietà del gruppo Esi Media, controllato dagli uomini d’affari russi Aleksandr e Ievgheni Lebedev) ha annunciato che l’ultimo giorno in cui arriverà nelle edicole sarà il 26 marzo.
Dal 1° febbraio 2016 Manzoni, concessionaria del gruppo Espresso, si occupa ufficialmente della raccolta pubblicitaria de Il Foglio, quotidiano fondato il 30 gennaio 1996 da Giuliano Ferrara che ad oggi, come riporta la recente nota stampa, diffonde in media 25 mila copie di cui 12 mila in abbonamento digitale.
La consigliera d’amministrazione Gina Nieri chiede parità di trattamento per tutti gli operatori del mercato. E sul diritto d’autore: “Paghino anche Google e Facebook”.
I dati pubblicati da Nielsen mostrano una crescita del mercato nel 2015: segno più per tv, radio e internet, male la carta stampata. Fondamentali i comparti search e social.
La commissione cultura della Camera ha adottato il testo di legge che delega al Governo la riforma di diversi aspetti riguardanti i contributi all’editoria.
L’Agcom si esprime sul contenuto dei commi dell’art. 1 della L. 208/2015 (Legge di stabilità per il 2016)  che hanno introdotto alcune importanti novelle normative a riguardo della pubblicità di giochi con vincita in denaro, aderendo alle perplessità sollevate su queste pagine all’indomani della pubblicazione del testo di legge.
Secondo Mediaset servono altri 10 anni per liberare la banda 700 MHz; l’UE ribatte che la tecnologia non aspetterà così tanto.
Conclusa l’indagine della Guardia di Finanza di Milano sulla presunta evasione fiscale di Google Italia: 227 milioni di euro stimati grazie alla complicità di 5 manager.
Le testate francesi puntano sul digitale, Le Figaro in testa. Intanto l’Italia rimane indietro sulla sua integrazione, anche se Mondadori sembra cambiare marcia.
Con una lettera inviata a Renzi gli azionisti Telecom esprimono preoccupazione per il Piano di posa della fibra ottica di Enel. Paura per la coesistenza coi cavi elettrici.
L’incontro di domani stabilirà la ripartizione delle risorse sbloccate dal Fondo Sviluppo e Coesione. Dopo il no alcune regioni, indiscrezioni danno l’accordo come più vicino.
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 839 del 17/02/2016