NEWSLINET.IT: Newsletter n. 840 del 24/02/2016

newsletter newsline logo1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 840 del 24/02/2016 newsletter title11 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 840 del 24/02/2016 newsletter topright3 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 840 del 24/02/2016
Online sul sito del Ministero dello Sviluppo economico le linee guida sui criteri e le modalità che saranno adottati "per la formazione di graduatorie regionali di operatori di rete televisivi operanti in ambito locale".
elite banner 9b 2 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 840 del 24/02/2016
annunci radiotelevisivi newsletter - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 840 del 24/02/2016
xchange banner nl7 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 840 del 24/02/2016
banner Elite4 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 840 del 24/02/2016
 
I dati diffusi da Nielsen l’11 febbraio parlano chiaro: nel 2015 il mercato degli investimenti pubblicitari è cresciuto dell’1,7% rispetto al 2014 (considerando anche la porzione web, principalmente search e social).
 
Il paese scandinavo ha respinto all’unanimità la proposta di transizione alla radio digitale perché il DAB è ormai già superato a causa di internet.
Si sono moltiplicate presso le sedi delle emittenti televisive le visite della Guardia di Finanza. Si tratta, quasi sempre, di controlli di natura amministrativa connessi alle domande per l’ottenimento dei contributi ex L. 448/1998, anche se qualche volta le ispezioni traggono spunto da accertamenti disposti da Agcom o dai Corecom regionali.
Il futuro della tv (come quello della radio, del resto) sembra si giocherà sul campo dell’LTE broadcast, richiedendo una condizione impiantistica opposta a quella oggi in mano alle emittenti radiotelevisive; il polo unico delle antenne sarebbe per questo una situazione auspicabile.

banner SIT b9 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 840 del 24/02/2016
banner Elite4 0 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 840 del 24/02/2016
banner Radio Mondo9 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 840 del 24/02/2016
Precursore, insieme a Peppo Sacchi di Telebiella A21 Tv, della liberalizzazione dell’etere italiano, Sergio Emmanuele Anastasio è morto ad Ancona a 86 anni.
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 840 del 24/02/2016
In data odierna sul sito istituzionale del Ministero dello Sviluppo Economico (di seguito, Ministero) è stato pubblicato un documento recante le linee guida che illustrano i criteri e le modalità che verranno adottati per la formazione di graduatorie regionali di operatori di rete televisivi operanti in ambito locale, finalizzate all’assegnazione di diritti d’uso di frequenze, attribuite a livello internazionale all’Italia e non assegnate a operatori di rete nazionali (di seguito frequenze coordinate), per il servizio televisivo digitale terrestre.
Seguendo l’onda della vecchia Mtv, anche Deejay tv abbandona l’impostazione alla music e conclude il processo di rebranding diventando Nove Deejay; in programma ancora alcune sinergie con l’emittente radiofonica, ma soprattutto nuovi generi che si addicono allo scenario generalista.
“Il 18 febbraio è stato licenziato dalla Commissione Cultura il testo di legge sulla riforma del contributo pubblico all’editoria. Il cammino della riforma è stato tortuoso: si è partiti da una proposta del M5S che si prefiggeva, a dispetto dell’articolo 21 della Costituzione, di abolire qualsiasi contributo pubblico all’editoria, e si è arrivati all’istituzione di un Fondo per il pluralismo dell’informazione.”
Il direttore generale di Radio Vaticana Padre Federico Lombardi ed il direttore amministrativo Alberto Garbarri per ragioni di scadenza dei rispettivi mandati alla fine di febbraio lasceranno l’incarico.
Attraverso una partnership con la startup Shine, Tre inizierà a sperimentare un blocco a monte delle pubblicità più invadenti per l’utenza; a rischio al net neutrality e le attività degli editori del web.
Maria Iacono, deputata nazionale del PD, ha presentato un’interrogazione al Ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, tesa al conseguimento di esaustivi chiarimenti circa il recente provvedimento licenziato dal Direttore del MISE, che dispone la revoca (dietro indennizzo) delle frequenze precedentemente concesse a circa 20 emittenti televisive locali operanti in Sicilia, specificando, a motivo di tale decisione, l’esistenza di rilevanti interferenze che pregiudicano il funzionamento delle reti televisive della Repubblica di Malta.
Il Titolo VIII della legge sul diritto d’autore conclude il testo di questa legge che viene da lontano nel tempo e che ha sempre cercato di tenere il passo con l’evoluzione tecnologica.
Ancora una volta voci sulla cessione da parte del Biscione della sua pay tv fanno riprendere il titolo in borsa; tuttavia, il gruppo francese Vivendi non sembrerebbe avere dei vantaggi troppo evidenti dall’acquisizione e la scelta più sensata per Mediaset sembra ancora quella di una cessione a Sky.
Una sentenza del Tribunale Civile di Treviso ha condannato un’emittente slovena a rimuovere le interferenze provocate ad una stazione italiana, ritenendo non rilevanti gli accordi internazionali perché sottoscritti fra Stati e non vincolanti per i cittadini.
Nel corso degli ultimi anni la struttura di competenze a più livelli Consultmedia (collegata a questo periodico) ha diversificato la propria attività, estendendo il raggio d’azione a settori attigui, coinvolgendo per l’occasione nuovi professionisti partner e collaboratori.
Lo dice un emendamento di Sel approvato dalla commissione Cultura della Camera: lo 0,1% dei ricavi delle concessionarie finanzierà il mondo editoriale; previste anche alcune modifiche al sistema pensionistico.
Mediobanca stima il recupero fiscale dal canone in 848 milioni: La7 e Mediaset chiedono che la Rai rimuova gli spazi pubblicitari su almeno due delle maggiori emittenti.
Dopo il rebranding, l’ex Mtv beneficia della nuova gestione Sky con lo share che cresce del 44%. L’obiettivo è quello di diventare l’ottavo canale più visto: al via “Squadre da Incubo” e “Italia’s Got Talent”.
I dodici anni di concessione tra Stato e Rai, stabiliti dalla Legge Gasparri, scadranno a maggio. Il testo però non norma la successione provocando così grossi rischi per la stabilità aziendale.
Al dunque la nomine delle reti Rai: domani infatti, a quanto rende noto Adnkronos, il dg Antonio Campo Dall’Orto porterà in consiglio alcuni nomi.
E’ firmata da Roberto Fico la proposta di legge presentata oggi e che vieta le pubblicità rivolte ai minori di 10 anni, adeguandosi alla linea già presa da altri paesi.
Great Big Story, il nuovo sito creato ad hoc per giovani e social, in 5 mesi ha già 9 milioni di utenti. È finanziato interamente da Cnn ma ne è indipendente: sul portale e sull’applicazione non compare nemmeno il marchio dell’emittente.
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 840 del 24/02/2016