Passerà per i telefonini e palmari il futuro del giornalismo

Il summit annuale della World Association of Newspaper traccia le linee di sviluppo di una professione antica quanto la parola


Lo chiamano giornalismo 3.0. Stampa, radio, televisione e internet non bastano più. Nemmeno insieme. La nuova frontiera del giornalismo è rappresentata da telefonini e palmari. Questa è la visione presentata dalla World Association of Newspaper, riunitasi a Goteberg per il settimo congresso mondiale dell’associazione. I giornalisti del futuro dovranno essere in grado di raccontare storie su tutti i media, avvalendosi delle potenzialità offerte dall’integrazione tra carta stampata, internet e telefonini. Grazie a standard come l’UMTS sarà infatti possibile far sì che news, video e immagini siano sempre disponibili. Chi ha fame di informazioni potrà essere costantemente saziato. Questo scenario non è poi tanto lontano: i quotidiani tradizionali registrano un calo di diffusione mentre si registrano enormi incrementi di contatti via internet e telefonino. Le media company già attrezzando per sfruttare al meglio le potenzialità di questo trend. Al momento però quel che si fa è soprattutto rendere disponibili su più media dei contenuti che di norma sono stati pensati per la carta stampata o la televisione. Il salto di qualità vero si farà quando si riusciranno a creare e veicolare i contenuti più adatti per ogni media. Gioco forza sarà anche il lavoro del giornalista a cambiare. I professionisti della notizia dovranno scendere dalla torre d’avorio in cui si sono negli ultimi anni rinchiusi e tornare sulle strade armati di un equipaggiamento high-tech: portatile, telefonino e videocamera. Quanti degli attuali operatori dell’informazione saranno pronti a questo bagno d’umiltà? (Davide Agazzi per NL)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Passerà per i telefonini e palmari il futuro del giornalismo

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL