Home Giurisprudenza e Normativa Radio. Contributi: pubblicata la graduatoria provvisoria del 2017 delle radio commerciali. Un...

Radio. Contributi: pubblicata la graduatoria provvisoria del 2017 delle radio commerciali. Un mese di tempo per i reclami

2017

Con decreto direttoriale del Ministero dello Sviluppo Economico del 18/04/2019 sono stati approvati la graduatoria provvisoria e l’elenco degli importi dei contributi da assegnare alle Radio a carattere commerciale per l’annualità 2017.
Le emittenti che hanno presentato domanda di contributo possono, entro il 17/05/2019, presentare richiesta di rettifica del punteggio o di riammissione della domanda, utilizzando la funzione “reclamo” (icona arancione in basso a destra) all’interno della propria posizione nella piattaforma Sicem.

Di seguito riportiamo per il download: 1) Decreto direttoriale del Ministero dello Sviluppo Economico del 18 aprile 2019 (pdf); 2) Graduatoria provvisoria (allegato A, pdf); 3) Elenco degli importi dei contributi (allegato B, pdf).
Ricordiamo che il nuovo Regolamento (DPR 146/2017) in attuazione delle disposizioni contenute nella legge di stabilità 2016, disciplina i criteri di riparto e le procedure di erogazione delle risorse finanziarie del Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione assegnate al Ministero dello Sviluppo Economico per la concessione dei contributi di sostegno alle emittenti televisive e radiofoniche locali.

I contributi sono destinati alle emittenza locale (tv titolari di autorizzazioni, radio operanti in tecnica analogica e titolari di autorizzazioni per la fornitura di servizi radiofonici non operanti in tecnica analogica, emittenti a carattere comunitario) e vengono concessi sulla base di criteri che tengono conto del sostegno all’occupazione, dell’innovazione tecnologia e della qualità dei programmi e dell’informazione anche sulla base dei dati di ascolto.
I requisiti di ammissione al contributo tengono conto di un numero minimo di dipendenti e giornalisti in regola con i versamenti dei contributi previdenziali  che l’emittente deve avere per il marchio e la regione per i quali presenta la domanda di accesso ai contributiAd ogni emittente che accede ai contributi verrà assegnato un punteggio in base al quale viene quantificato il contributo.  (E.G. per NL)

foto antenne di Floriano Fornasiero