Radio. TER: diffusi i dati riservati alle emittenti. Ecco la tendenza del mezzo. Frizioni tra i soci a seguito di una segnalazione della societa’ di revisione su alcune ipotetiche anomalie

emittenti

Sono stati rilasciati ieri alle emittenti iscritte all’indagine 2019 della s.r.l. Tavolo Editori Radio i dati relativi al primo trimestre 2019, riservati e non pubblicabili.
Allo stato, quello che si sa è che il mezzo radiofonico ha sostanzialmente tenuto rispetto al medesimo periodo del 2018 nel giorno medio è cresciuto nei 7 giorni, ma è calato nel quarto d’ora medio.

Per avere i dati complessivi e pubblicabili occorrerà attendere la fine di luglio, quando sarà reso noto il consuntivo del primo semestre 2019.
Le acque all’interno del TER sarebbero tuttavia piuttosto agitate: nel cda di due giorni fa, secondo il quotidiano Italia Oggi, RAI e Radiomediaset avrebbero assunto posizioni di contrasto rispetto agli altri soci a riguardo dell’avvertimento che – spiega il quotidiano Italia Oggi nell’edizione del 18/04/2019 – sarebbe giunto al cda ed al comitato tecnico di TER dalla società di revisione tecnica Replay a riguardo di “alcune anomalie riscontrate nelle rilevazioni Ipsos e Gfk del primo trimestre 2019″.

Secondo il quotidiano economico-finanziario “ci sarebbe una eccessiva variabilità e instabilità dei dati di audience rilevati da un trimestre all’altro e tra quelli rilevati da Ipsos e quelli invece rilevati da Gfk nel quarto d’ora medio, negli giorno medio e nei sette giorni” (come noto, la rilevazione sul giorno medio, nel quarto d’ora medio e nei 7 giorni è affidata parallelamente ai due diversi istituti, mentre Doxa si occupa di una tranche di indagine sugli ascolti a 14 e 28 giorni ndr).
A seguito di ciò, alcuni soci del TER, “in primis Radiomediaset e RAI, avrebbero quindi preferito attendere la fine delle verifiche di Replay prima di procedere con l’indagine. TER ha invece deciso di andare avanti , e proprio per questo, secondo quanto risulta a Italia oggi, Radiomediaset non ha poi partecipato al successivo incontro per discutere sulle eventuali modifiche da apportare alla ricerca nel 2020″.
Modifiche che – è ormai evidente – non possono che consistere nell’adozione di un sistema di meter che – al cospetto dei profondi cambiamenti socio-culturali-tecnologici in corso – consenta di superare l’anacronistico sistema di rilevazione CATI che oltre ai problemi sopra enunciati comporta ritardi insostenibili nel rilascio alle emittenti di dati indispensabili per la definizione di strategie editoriali e commerciali quando gli altri competitor (tv e internet) hanno accesso ai riscontri sul gradimento dei propri contenuti in tempo reale. (E.G. per NL)

foto antenne di Floriano Fornasiero

printfriendly pdf button - Radio. TER: diffusi i dati riservati alle emittenti. Ecco la tendenza del mezzo. Frizioni tra i soci a seguito di una segnalazione della societa' di revisione su alcune ipotetiche anomalie
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Radio. TER: diffusi i dati riservati alle emittenti. Ecco la tendenza del mezzo. Frizioni tra i soci a seguito di una segnalazione della societa' di revisione su alcune ipotetiche anomalie

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL