Radio nazionali, R 101 tenta il difficile rilancio sotto la gestione di Volanti (Radio Italia)

Il Gruppo Mondadori tenta il tutto per tutto per rilanciare R 101, acquistata anni fa dalla custodia giudiziaria del Tribunale di Milano dopo le note vicende che avevano portato all’arresto dello storico editore Angelo Borra.

Dopo aver preso atto dell’insuccesso dei reiterati tentativi di portare l’emittente ad un livello d’ascolti compatibile con gli ingentissimi investimenti effettuati in frequenze, infrastrutture, animatori e promozione, il gruppo di Segrate ha deciso che se si voleva restare sul mercato occorreva cambiare linea editoriale, probabilmente in attesa di cambiare molte altre cose all’interno e all’esterno della struttura. Un cambiamento, quello scelto, dichiaratamente "forte, testimoniato anche dal lancio di un nuovo logo e da tante novità per gli ascoltatori". Almeno questo è l’auspicio di Mondadori, editore della ex Radio Milano International  attraverso Monradio s.r.l. (ma anche – e in molti lo dimenticano – di GBR, stazione autorizzata alla ripetizione del programma estero Voice of America, equiparata a concessionaria nazionale, di cui negli ultimi anni si erano perse tracce e frequenze, ma che in questi giorni sta tornando a far parlare di sé tra gli addetti ai lavori). “La radio è da sempre una delle priorità del nostro Gruppo”, ha sottolineato Ernesto Mauri, a.d. del Gruppo Mondadori. “E con il lancio della nuova R101 abbiamo deciso di intensificare in modo significativo la nostra presenza nella radiofonia: un settore in cui vogliamo avere un ruolo da protagonisti, mettendo in campo le migliori competenze sulla programmazione musicale e il massimo dell’innovazione su contenuti e modalità di ascolto”, ha precisato il manager della società presieduta da Marina Berlusconi. È su questi presupposti che Mario Volanti, fondatore e presidente del gruppo Radio Italia, e Marco Pontini, direttore generale marketing e commerciale della stessa – cui Mondadori ha affidato la gestione editoriale e di marketing di R101 e che assumeranno rispettivamente la carica di vicepresidente e di direttore editoriale e marketing – hanno presentato oggi la nuova linea editoriale della radio, sviluppata insieme a Carlo Mandelli, a.d. di Monradio. “In questo periodo, con Marco Pontini, ci siamo impegnati nel riposizionamento della radio e nel rilancio dell’immagine generale”, ha dichiarato Mario Volanti. “Già oggi si può apprezzare la musica, tornata al centro, nel cuore della radio, secondo quanto condiviso per la nuova linea editoriale di R101. Ma sarà soprattutto con la continuità della programmazione quotidiana delle prossime settimane e mesi, che sempre più persone potranno ritrovarvi le proprie passioni musicali”. Il rinnovamento parte dal logo e dal nuovo pay off “The music”, appunto, che accompagneranno tutta la programmazione e la campagna spot e crossmediale, realizzata da LGM – Young & Rubicam Group, in onda dal 27 marzo con la colonna sonora di James Blunt che ha scelto R101 come partner del prossimo tour italiano estivo. Lo spot, ironico e irriverente, promette buona musica. “La vita è troppo breve per ascoltare brutta musica, scegli la radio giusta” ed è proprio questo il claim più diretto, la vera promessa di R101: proporre buona musica. In linea con questo obiettivo, il nuovo jingle della radio è stato affidato a un pool tra i migliori musicisti "che hanno voluto dare il loro personale contributo, con le loro voci e con i loro strumenti. Hanno così dato vita ad una originale band italiana, riunitasi solo in questa speciale occasione per dare il benvenuto alla nuova R101". Nell’intento di massimizzare il rilancio, R 101 sarà partner dei più grandi eventi televisivi del Gruppo Mediaset. Vedremo se questa volta si coglierà nel segno. Certo è che difficilmente ci sarà una terza occasione. (M.L. per NL)
printfriendly pdf button - Radio nazionali, R 101 tenta il difficile rilancio sotto la gestione di Volanti (Radio Italia)