Radio: parte la petizione per attivare la radio FM sull’iPhone

I possessori dell’iPhone da tempo lamentano l’impossibilità di ascoltare dal loro melafonino la radio FM (allo stato la piattaforma distributiva dei programmi radiofonici più utilizzata in tutto il mondo, con una penetrazione assolutamente imparagonabile a quella di altri carrier).

In realtà si scopre oggi – anche se la Apple lo nega – che esiste già su ogni telefono della casa californiana un chip inattivo capace di elaborare il segnale (in pratica, un sintonizzatore). L’hardware è lì dormiente e sconosciuto a tutti per diversi motivi: erano contrari i produttori desiderosi di offrire servizi migliori e più lucrosi (attraverso l’utilizzo delle app), dello stesso avviso i gestori mobili, sulle cui infrastrutture passa il traffico internet. Adesso che tutti hanno comunque bisogno di un abbonamento dati per tutto il resto, gli operatori americani sono favorevoli allo sblocco del chip FM sugli smartphone. La campagna organizzata dagli utenti, al suono di: “Liberate la radio sui nostri telefoni” ha avuto grande successo negli States, di recente è stata lanciata anche in Canada e presto probabilmente giungerà in Italia. Resta il problema tecnico della necessità di un’antenna per far passare il segnale radio, risolvibile tuttavia attraverso l’uso degli auricolari. La Apple, il cui intero business si basa sullo streaming audio e video, non ha voluto rilasciare dichiarazioni; la sua posizione è del resto comprensibile: presumibilmente gli utenti smetterebbero di acquistare abbonamenti e di ascoltare iTunes Radio con un notevole impatto sulla batteria del cellulare. La radio, infatti, a differenza di internet consuma pochissimo. (A.P. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Radio: parte la petizione per attivare la radio FM sull’iPhone

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL