Radio, USA: IHearthMedia rischia il crack. Futuro incerto per centinaia di stazioni radio americane

iheart radio - Radio, USA: IHearthMedia rischia il crack. Futuro incerto per centinaia di stazioni radio americane

iHeartmedia Inc. (già Clear Channel Media Holdings, Inc.) è un’azienda statunitense con sede a San Antonio, Texas. Il 16/09/2014, CC Media Holdings è stata rinominata iHeartMedia, Inc., mentre Clear Channel Communications è diventata iHeartCommunications Inc.
Con 860 stazioni radio AM e FM negli Stai Uniti, iHeartmedia è il più grande operatore radiofonico nazionale. Consapevole del mutare dei tempi, la società ha ampliato la propria presenza sull’IP, creando la piattaforma aggregatrice online iHeartRadio (750 canali).
Sennonché, appesantita dalla gestione di infrastrutture costose ed un modello di business probabilmente superato, il colosso rischia ora di frantumarsi sui propri piedi d’argilla.
Variety riporta infatti che la società guidata da Bob Pittman, il creatore di MTV, dovrà saldare entro il 2019 l’ingente cifra di 8 miliardi di dollari.
L’anno scorso il gigante americano aveva lanciato un servizio streaming di discreto successo basato su Napster, ma le entrate dalla raccolta pubblicitaria non sono state sufficienti a far risalire la china. Così l’azienda di San Antonio pare sia sull’orlo della bancarotta, motivo per cui da due anni è iniziata la dismissione dell’infrastruttura diffusiva via etere, integrata da una gestione fatta di tagli e contenimento dei costi. Ad aprile si era tentato di convincere i creditori a rifinanziare più di 14 miliardi di vecchi debiti con nuovi e attraverso la cessione di quote della Clear Channel Outdoor Holdings, ma la proposta era stata rifiutata. Il management del gruppo nell’ultima relazione trimestrale aveva espresso forti dubbi sulla possibile continuità operativa nei successivi 12 mesi vista la difficoltà a ripianare i 350 milioni di dollari di finanziamenti in scadenza quest’anno. Dubbi che ora si stanno traducendo in preoccupante realtà. (M.R. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Radio, USA: IHearthMedia rischia il crack. Futuro incerto per centinaia di stazioni radio americane

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL