RAI, Garimberti: spiace frattura ma ho votato per interesse azienda

Spiace che si sia consumata una frattura nel Consiglio di Amministrazione per l’abbandono della riunione da parte di tre consiglieri. Auspico che il Cda possa rapidamente tornare compatto e per farlo servono comportamenti e proposte concrete e condivise che consentano di lavorare nel confronto e non nello scontro". Questa la dichiarazione a caldo del presidente RAI Paolo Garimberti, immediatamente dopo l’acceso CdA di ieri. "Quanto al dibattito in Consiglio – ha aggiunto Garimberti – ritengo che sul modello di organizzazione aziendale alcune critiche dei consiglieri che hanno lasciato i lavori siano condivisibili. Il mio voto favorevole sui quattro vicedirettori generali è dunque un voto di “oui mais”, di fiducia condizionata: sulla riorganizzazione il Direttore Generale Masi deve impegnarsi a presentare in tempi brevissimi un piano coerente con questo primo passo su cui ha avuto il voto favorevole del Consiglio. Per quanto riguarda invece le scelte a Raiuno e al Tg1 confermo quanto avevo più volte affermato: le ritenevo delle urgenze e ho votato coerentemente con questa convinzione e nell’esclusivo interesse aziendale”.
 
 
 
printfriendly pdf button - RAI, Garimberti: spiace frattura ma ho votato per interesse azienda