Rcs pensa di cedere Play Radio

L’area dell’azienda alla quale la radio appartiene è in calo di fatturato


L’emittente radiofonica Play Radio, nata poco più di un anno fa dalle ceneri di Rin, Radio Italia Network, e appartenente al gruppo editoriale Rcs, ha un futuro incerto. L’azienda, infatti, secondo indiscrezioni, starebbe pensando seriamente di cedere il network radiofonico, a causa di alcune incongruenze nella gestione e di dati non proprio rincuoranti. Pur non essendo iscritta ad Audiradio, ragion per cui non se ne conoscono i dati d’ascolto, l’emittente rientra in un’ala dell’azienda, denominata Broadcast, i cui ricavi totali, alla fine del terzo trimestre di quest’anno, sono risultati pari a 5,7 milioni, registrando un calo (-5%), sul quale ha certamente influito la scarsa raccolta pubblicitaria, scesa a 4 milioni. Il destino di Play Radio, quindi, appare in bilico. L’a.d. del gruppo, Antonello Perticone, starebbe prendendo in considerazione l’ipotesi di cessione nell’ambito della redazione del business plan, che dovrà essere presentato entro la fine del primo semestre del 2007. (G.C. per NL)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Rcs pensa di cedere Play Radio

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL