Radio. Perché gli investimenti pubblicitari sulla radio sono calati più che su altri mezzi nonostante gli ascolti (secondo il TER) hanno sostanzialmente tenuto?

radio fm ricevitore 1024x768 - Radio. Perché gli investimenti pubblicitari sulla radio sono calati più che su altri mezzi nonostante gli ascolti (secondo il TER) hanno sostanzialmente tenuto?

I conti radiofonici non tornano: secondo il TER la radio nel 2020 avrebbe perso solo il 3,3% degli ascolti; gli investimenti pubblicitari sono invece calati del 25%. Contro l’11.6% in meno della tv ed il -3,5% del web. Secondo gli editori radiofonici si tratterebbe di una disattenzione da parte dei pianificatori priva di motivazione. Ma […]

Editoria. Nuovi aiuti all’intero comparto nella bozza del DL “Rilancio”. Sostegno a stampa (anche online), tv e radio locali. Presente credito di imposta per spese digitali

Rilancio

Nella bozza del nuovo Decreto Legge (c.d. “Rilancio”, ovvero ex DL aprile), il Governo ha inserito le misure presentate dal sottosegretario all’editoria Andrea Martella, riportate da NL in un precedente articolo. In particolare, tra le agevolazioni di maggior interesse, vi sarebbe il già citato innalzamento del credito di imposta sugli investimenti pubblicitari al 50%. Inoltre, […]

Editoria. Agcom: inesorabile decrescita carta stampata. Alert: giù anche copie digitali. Quasi 70% italiani sulla rete. Flette Facebook. Aumentano Instagram, Linkedin, Pinterest e Twitter

editoria

Editoria: non sorprende il calo delle vendite dei giornali cartacei, ma è preoccupante il calo della vendita delle copie digitali (-25% nell’intero periodo, -7% da settembre 2018). Per il settore della editoria l’Osservatorio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni conferma il trend negativo già evidenziato nei precedenti report: nel mese di settembre 2019, la vendita […]

Radio. EBU: in 5 anni ascolto radiofonico si e’ ridotto di quasi un quarto d’ora. Oggi media quotidiana e’ di 2 ore e 22 minuti. Musica scelta nel 44%, news 21%, intrattenimento solo 8%. Ma niente a che vedere con la fruizione web

EBU

Non sorprendono – o quantomeno non dovrebbero farlo – i risultati della ricerca sull’ascolto radiofonico europeo nel 2018 effettuata dall’European Broadcasting Union (EBU): il tempo di fruizione della Radio progressivamente cala e con esso i suoi ascoltatori, soprattutto giovani. Ma attenzione: si tratta di un fenomeno che riguarda anche altri media ed in forma ancora […]

Editoria. USA: continua a calare occupazione nei giornali (-23%) e radio (-27%), ma aumenta vertiginosamente quella sul web (+73%). Segnali positivi per la tv

occupazione

Occupazione giornalistica in calo anche negli USA: negli ultimi 10 anni il numero di giornalisti, impiegati all’interno di media americani, e’ calato del 23%. A perdere lavoro sono per lo piu’ i redattori impiegati nei giornali, mentre crescono invece i programmi tv di news e soprattutto le opportunità offerte dall’online. Secondo uno studio di Pew […]

Radio, tv, editoria. FIEG: combatteremo sfruttamento indebito rassegne stampa radiotelevisive e online

RASSEGNA STAMPA, FIEG

​“Obiettivo della Federazione è garantire il diritto costituzionale ad informare e ad essere informati attraverso norme e leggi che ricreino condizioni di fiducia e correttezza tra imprese, cittadini e istituzioni”, ha commentato il presidente della Federazione Italiana Editori Giornali Andrea Riffeser Monti a margine del primo Comitato di presidenza della FIEG. Per il futuro dell’editoria […]

Editoria. L’Osservatorio Stampa FCP certifica continuo calo raccolta pubblicitaria. Gennaio-maggio 2018 -8,2%

maggio, quotidiani

L’Osservatorio Stampa FCP ha raccolto i dati relativi al periodo Gennaio-Maggio 2018 raffrontato con il corrispettivo 2017. Il fatturato pubblicitario del mezzo stampa in generale registra un calo del -8,2%. In particolare i quotidiani nel loro complesso registrano un andamento negativo sia a fatturato -7,9% che a spazio -1,0%. Le singole tipologie segnano rispettivamente: quella […]

Informazione online. Cassazione: è attività giornalistica anche quelle prestata ai siti web. Irrilevante piattaforma

CASSAZIONE

Anche la Cassazione prende atto della tendenza verso la multipiattaforma e la crossmedialità delle comunicazioni di massa. Con una recente sentenza (25/06/2018) la Corte di Cassazione ha ribadito, ancora una volta, la ricorrenza dell’obbligo di iscrizione all’INPGI per i giornalisti che operano presso strutture che gestiscono siti web, dando rilievo alla natura giornalistica dell’attività prestata […]

New media & old style

media

Abbiamo un governo! E un ministro allo Sviluppo Economico, cioè l’esecutivo di riferimento per il comparto di nostro interesse, leader di una forza politica particolarmente ostile nei confronti dei media tradizionali.