Radio. Perché le emittenti radiofoniche sono così interessate all’art. 110 della L. 126/2020?

legge 126/2020

La legge n. 126/2020 di conversione del D.L. 104/2020, all’art. 110 prevede che, previo versamento del 3% sul maggior valore attribuito, si possa procedere alla rivalutazione di beni materiali e immateriali, nonché di partecipazioni in società controllate e collegate (tra le immobilizzazioni) al 31/12/2019. La legge 126/2020 e il bilancio 2020 La norma introdotta dall’art. […]

Radio e Tv. Il nodo della patrimonializzazione. Perché è opportuno aggiornare i valori degli asset rilevanti

patrimonializzazione

La patrimonializzazione è, sostanzialmente, la capacità che un imprenditore ha di fare esso stesso da banca per la propria azienda. Ben si comprende, pertanto, perché il valore del patrimonio netto (indiziario di tale capacità) assuma particolare rilievo in occasione della determinazione di vincitori in gare pubbliche in ambito radiotelevisivo per l’attribuzione di diritti d’uso di […]

Radio. Agcom contesta posizionamento impianti FM nel Catasto Nazionale Frequenze. 15 gg per regolarizzare, poi depennamento. Rischio sanzioni fino a € 103.300,00

Catasto Nazionale Frequenze

Molte emittenti radiofoniche stanno ricevendo in questi giorni una comunicazione dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Servizio Ispettivo, Registro e CoReCom) di contestazione a riguardo di presunte errate coordinate geografiche degli impianti FM iscritti al Catasto Nazionale Frequenze (CNF). Controlli incrociati L’iniziativa di Agcom (seguito di altre analoghe di cui abbiamo dato conto) consegue a […]

Radio 4.0. Agcom: pronti per il digitale radiofonico, che “smettera’ di essere un progetto di lavoro”. Intanto crollano i valori degli impianti FM

Cardani

Nella Relazione annuale 2019 sull’attività svolta e sui programmi di lavoro, il presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Angelo Marcello Cardani entra nel merito dei profondi cambiamenti che stanno interessando il settore radiotelevisivo in vista della rivoluzione del Twenty Twenty. “Sulla pianificazione delle frequenze, sul governo dell’etere, sulle regole per le procedure di assegnazione […]

Radio. TAR Lazio: gli Ispettorati Territoriali del Mise non possono disattivare sine die impianti FM inattivi, ma solo ordinare il ripristino della piena funzionalita’

ispettorati territoriali, ter 2019

Annullato un provvedimento dell’Ispettorato Territoriale per la Toscana che aveva ordinato la disattivazione definitiva di un diffusore FM asseritamente tenuto inattivo per lungo tempo. Il TAR: cioè equivale ad un depennamento dalla concessione, precluso agli organi periferici del Mise. Una recentissima sentenza del T.A.R. per il Lazio – Sede di Roma ha ribadito, sulla base […]

Radio digitale. Alto Adige: la copertura DAB+ della RAS a livelli record, mentre si procede con progressivi spegnimenti degli impianti FM

RAS

Poiché l’Alto Adige è una parte d’Italia decisamente diversa da tutte le altre, non può certo sorprendere la recentissima notizia che la RAS (Radiotelevisione Azienda Speciale) della provincia di Bolzano ha ampliato ulteriormente la sua rete trasmissiva radiofonica DAB+ con la messa in esercizio di impianti trasmissivi presso le postazioni di Solda e di Plan. […]

Radio e tv. Sanzioni pecuniarie Ispettorati del Mise ex art. 98 c. 8 D Lgs 259/2003 per modifiche impiantistiche. Cassazione: no, si applica art. 32 c. 5 L. 223/1990

sanzioni

  Attraverso una recente decisione la Suprema Corte di Cassazione è nuovamente intervenuta sul controverso tema delle sanzioni amministrative irrogate dagli organi periferici del Ministero dello Sviluppo Economico (gli Ispettorati territoriali) ai soggetti già abilitati a trasmettere rientranti tra quelli di cui all’art. 32 L. 223/1990 , in relazione a modifiche non autorizzate ad impianti […]

Radio. In USA iHeart lancia app stile Spotify ma con sequenze radiofoniche. Ecco come la Radio può competere con SOD. Ma in Italia si pensa ancora in stile FM

midas rajar 2018 1 - Radio. In USA iHeart lancia app stile Spotify ma con sequenze radiofoniche. Ecco come la Radio può competere con SOD. Ma in Italia si pensa ancora in stile FM

La Radio può competere con i servizi SOD puntando sulla propria esperienza nel gestire lo stile delle sequenze musicali personalizzate. L’algoritmo dei servizi di streaming on demand che sequenzia le scelte musicali profilate sull’utente (per ora) non ha lo stile del programmatore radiofonico umano. Come per fare una buona pizza non basta dosare correttamente tempi […]