Towering: Ei Towers mette una pietra sull’opas Rai Way

Il cda straordinario di Ei Towers ha sancito il definitivo accantonamento dell’offerta pubblica di acquisto e scambio (opas) lanciata a marzo su Rai Way. Secondo l’a.d. Guido Barbieri però “non è stato velleitario ed è un arrivederci, non un addio”.

Il fatto che Ei Towers non avesse detto addio per sempre all’impresa era già emerso lunedì 20 aprile, quando il consigliere di amministrazione Mediaset, Gina Nieri, aveva fatto trapelare e commentato “non è ancora finita”. Il progetto di creare un unico operatore nazionale delle torri, ha sentenziato poi Barbieri “ha talmente senso che l’arrivederci è d’obbligo, perché così è in altri paesi ed è una storia che spero contribuiremo, coi tempi e gli strumenti opportuni, a costruire. In Italia abbiamo due operatori quotati e si avvia alla quotazione un terzo operatore (Inwit di Telecom Italia) – ha proseguito Barbieri –. Non è questo l’assetto nel lungo periodo e noi metteremo in campo tutte le nostre energie e il nostro entusiasmo per far evolvere il settore verso forme più efficienti, coi tempi e nei modi che saranno compatibili con la volontà di tutte le parti in gioco”. Al board di Ei Towers non resta quindi che analizzare la situazione e decidere come muoversi per il futuro, con l’obiettivo di non rinunciare al progetto di creazione di un operatore unico nazionale delle torri di trasmissione, e quindi di coinvolgere nell’operazione Rai Way ed eventuali fondi di investimenti privati. Intanto Barbieri ha per ora negato qualsiasi tipo di contatto sia con F2I (Fondo Italiano per le Infrastrutture), che con Telecom, smentendo le voci che volevano già Inwit come possibile alternativa a Rai Way e limitandosi a precisare che “il segnale di Telecom è chiaro, stanno andando verso la quotazione, c’è un processo di ipo (initial public offering) in corso”. Barbieri ha concluso assicurando di avere il massimo rispetto per la decisione del governo di impedire la cessione di una quota di maggioranza di Rai Way, ma ha ribadito la convinzione che per operare a livello internazionale occorre avere le spalle sufficientemente larghe: il processo di consolidamento quindi appare inevitabile. (V.R. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Towering: Ei Towers mette una pietra sull'opas Rai Way

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL